Bambina schiacciata dallo scaffale al supermercato: richiesto il rito abbreviato per i colpevoli

Si torna a parlare della piccola Sofia morta nel 2016 a poco meno di due anni. La bambina, che si trovava al supermercato con i genitori, morì sul colpo schiacciata da oltre 300kg di pallet caduti da un'altezza di 4 metri. Se ne torna a parlare oggi dopo la prima udienza preliminare.

da , il

    Bambina schiacciata dallo scaffale al supermercato: richiesto il rito abbreviato per i colpevoli

    Era il 21 ottobre 2016 e la piccola Sofia di soli 22 mesi moriva schiacciata da uno scaffale crollato improvvisamente nel centro commerciale di Elmas, nel Cagliaritano, mentre i genitori stavano facendo la spesa. E’ bastato un attimo e la piccola ha perso la vita sul colpo. Oggi, i presunti colpevoli accusati di omicidio colposo, hanno chiesto il rito abbreviato.

    Maurizio Casalotto Cossu, amministratore della società “Metro Itala Cash and Carry” spa, e Fortunato Stochino, dirigente dello stabilimento di Elmas, entrambi accusati di omicidio colposo, hanno chiesto il rito abbreviato. Una vicenda che ha scosso tutta la Sardegna nel 2016: Sofia, una bambina di poco meno di due anni, morì schiacciata da un pallet di oltre 300kg nel supermercato all’ingrosso dove si trovava con i genitori.

    L’udienza preliminare, tenutasi il 10 aprile, è stata subito rinviata al 9 ottobre per la discussione del pm Andrea Massida. Ai due uomini indagati, dirigenti della struttura e della compagnia, è stato contenta la poca attenzione per le misure necessarie relative alla messa in sicurezza dello scaffale.

    Coinvolta nella vicenda anche una magazziniera, ai tempi dipendente del supermercato, che si era occupata di sistemare l’imballaggio la sera prima: il fascicolo della donna è, invece, già stato archiviato.

    La morte di Sofia nel 2016

    Il 21 ottobre 2016, la piccola Sofia si trovava nel suo passeggino con mamma e papà presso la “Metro” di Elmis. Improvvisamente, mentre erano di passaggio in una corsia per il pubblico, un pallet di oltre 30 confezioni di cartoni di pizza è caduto da quattro metri di altezza. I soccorsi, giunti sul posto, non hanno potuto però fare nulla per salvare la piccola.

    Lo sfogo della mamma Valentina su Facebook

    A cosa penso? A quanto è ingiusta questa vita. Potessi cancellare il 2016 lo farei subito. Un anno che mi ha dato solo tanta tristezza, un anno crudele, mi ha portato via le due persone più importanti della mia vita. Il mio papà, lo amo tantissimo, l’hai fatto soffrire, dandoci la speranza per ben due volte che potesse farcela e poi l’hai portato via da noi per sempre….poi dopo un mese e mezzo ti sei portato via l’amore mio più grande, la mia vita

    Perché lei? Perché? Era una bambina dolcissima, regalava sorrisi per tutti, baci a abbracci, lo dicevo sempre era la bambina perfetta. Forse è per questo che hai voluto che diventasse un Angelo? Ma io non ti perdonerò MAI. E ora mi trovo qui… con il cuore a pezzi, ma che devo riuscire a ricucire velocemente per amare nuovamente un’altra principessa…Lei che in questi nove mesi ha sentito e provato tutto il dolore di quest’anno così triste…. Spero che sia forte come il suo nonnino, e che assomigli tanto alla sua sorella maggiore, anche se saranno due persone diverse. Chissà se riusciremo ad essere dei bravi genitori, ora tutto è cambiato e le paure sono aumentate, ma sono sicura che l’amore per te sarà altrettanto grande“.