Bambina di 7 anni venduta ai pedofili dai genitori: andava a scuola sporca coi tacchi alti

James Stewart e Teri Sanchez sono stati arrestati con l'accusa di violenza su minori e induzione alla prostituzione minorile.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 17 maggio 2018

Bambina di 7 anni venduta ai pedofili dai genitori: andava a scuola sporca coi tacchi alti

Dal Nuovo Messico, Stati Uniti, arriva una nuova terribile storia di abusi su minori: a cadere in una rete di pedofili per volontà dei genitori, è stata una bambina di 7 anni. James Stewart, il padre e Teri Sanchez, la madre hanno costretto la figlia a compiere atti sessuali con dei pedofili, in cambio probabilmente di droga e denaro. Entrambi sono stati arrestati.

Le testimonianze di alcuni insegnanti fanno trapelare una verità agghiacciante: una volta la piccola si è presentata a scuola con i tacchi alti e le mutandine macchiate di sangue, in altre occasioni è arrivata in classe con i vestiti così sporchi che non si capiva nemmeno di che colore fossero. Una maestra si è anche offerta di dare abiti puliti alla bambina e le ha concesso di fare un pisolino se si sentiva troppo stanca per seguire le lezioni.

La stessa insegnante ha anche recuperato le mutandine sporche di sangue pensando potessero essere una valida prova per il processo, ma il capo della Polizia le ha gettate, perché non erano state conservate in maniera tale da non essere contaminate. Dinanzi a quel gesto la maestra si è adirata, perché a suo avviso aveva fatto tutto quanto nelle sue possibilità per aiutare quella bambina in evidente stato di bisogno.

Entrambi i genitori sono stati arrestati con l’accusa di violenza su minori e induzione alla prostituzione minorile.