Avere figli fa invecchiare prima: per ogni bambino il dna della madre perde 11 anni di vita

Avere figli fa invecchiare precocemente, questo è il risultato dell'ultimo studio pubblicato su 'Human Reproduction'. In base a questa ricerca, diventare madre può far perdere fino a 11 anni di vita, causando un accorciamento dei telomeri del dna femminile di circa il 4,2%: più un telomero è lungo più la durata della vita aumenta e avere figli inciderebbe sulla longevità molto più che fumo e obesità.

Pubblicato da Giulia Martensini Lunedì 26 febbraio 2018

Avere figli fa invecchiare prima: per ogni bambino il dna della madre perde  11 anni di vita

Chi ha figli invecchia prima: questo è il risultato di un recente studio della George Mason University pubblicato sulla prestigiosa rivista “Human Reproduction” che aprirà sicuramente molti dibattiti.
Secondo questa ultima ricerca americana, pubblicata dalla dott. Anna Pollack, diventare madre può far perdere fino a 11 anni di vita. Più precisamente, la maternità accorcia i telomeri del dna femminile di circa il 4,2%. I telomeri sono dei “cappucci” che avvolgono la parte terminale del cromosoma e lo proteggono dal deterioramento: più un telomero è lungo, più la durata della vita aumenta.

Chi fa figli invecchia prima: “Equivalente a 11 anni di invecchiamento cellulare “

Avere figli dunque sembrerebbe accorciare la vita di una donna: la maternità infatti, secondo questo nuovo studio, provocherebbe un’accorciamento di questi telomeri, e l’effetto, sarebbe addirittura maggiore di quello legato al fumo e all’obesità. “Siamo stati sorpresi dai risultati- ha confessato l’autrice dello studio Anna Pollack- Si tratta dell’equivalente di circa 11 anni di invecchiamento cellulare accelerato”.
I telomeri non contengono informazioni genetiche significative, ma hanno un ruolo importante nel determinare la durata della vita di ciascuna cellula: più sono lunghi, più possiamo considerarci in salute. I ricercatori ipotizzano che ciò sia legato allo stress di crescere i figli, ma la finalità dello studio non è in alcun modo contraria all’idea della maternità: “Non stiamo dicendo alle donne di non avere figli”ha voluto precisare la ricercatrice al “Daily Mail”