Australia: uccide le 3 figlie, la moglie e la suocera. Il movente: ‘Eravamo troppi, non c’erano abbastanza soldi’

A compiere i delitti è stato il capofamiglia, 24 anni. Si tratta della stessa persona che ha lanciato l'allarme poco dopo la mattanza. Dopo essere stato fermato, ha confessato i crimini agli inquirenti.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 11 settembre 2018

Australia: uccide le 3 figlie, la moglie e la suocera. Il movente: ‘Eravamo troppi, non c’erano abbastanza soldi’
Foto: Pixabay

Dall’Australia la notizia di una storia di efferata crudeltà: in un’abitazione di Bedford, alla periferia di Perth, la Polizia ha rinvenuto 5 cadaveri, a seguito dell’allarme lanciato da un giovane. Si tratta di Mara Quinn, 40 anni, le sue tre figlie, Charlotte di tre anni e due gemelle di due anni Alice e Beatrix, e la nonna Beverly Ann Quinn. A qualche ora dal ritrovamento, la svolta: a sterminare la famiglia è stato il padre delle bimbe, proprio l’autore della chiamata alle autorità. 

Sul luogo della tragedia sono sopraggiunti gli investigatori e il personale della Scientifica per effettuare tutte le rilevazioni utili a ricostruire la dinamica degli eventi. ‘Il giovane 24enne è in stato di fermo e sta collaborando con gli investigatori. Non ci sono timori per la sicurezza delle persone che abitano in zona’, ha dichiarato la Polizia in un comunicato ufficiale.

Proprio l’uomo fermato e ora in stato di arresto, Anthony Harvey, avrebbe confessato i delitti delle tre figlie, della moglie e della suocera. Avrebbe agito mosso da un preciso intento: liberarsi di loro perché costituivano un peso eccessivo sull’economia familiare: “Eravamo troppi e non c’erano abbastanza soldi”.

Il reo confesso lavorava con la moglie in una ditta di giardinaggio, e secondo quanto emerso stava attraversando un periodo particolare dal punto di vista economico. Tra i coniugi c’erano 17 anni di differenza, e la loro relazione era iniziata nel 2014. Sei mesi di fidanzamento, poi la prima figlia. Nulla, secondo i conoscenti, avrebbe fatto presagire il peggio.

La ricostruzione degli inquirenti

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dagli inquirenti, le tre bimbe e la mamma, Mara Quinn, sarebbero state uccise lunedì scorso, mentre la nonna il giorno successivo. ‘La scoperta di tutti questi corpi ci ha spezzato il cuore, questa tragedia avrà un effetto su tutta la comunità’, ha dichiarato il vice commissario della polizia.

I vicini di casa della famiglia hanno appoggiato vicino alla casa della tragedia un mazzo di rose rosse con un biglietto: ‘Riposate in pace’. Perth non è nuova a crimini del genere, già lo scorso luglio un ragazzo di diciannove anni è stato fermato con l’accusa di omicidio di due bambini e della loro madre. Ma anche l’Italia non è esente da simili delitti: lo scorso 21 agosto, a Frosinone un 70enne ha ucciso i due figli e si è tolto la vita.