Arresto a Cleveland: stava progettando un attentato terroristico con ordigni giocattolo per la parata del 4 luglio

Demetrius Nathaniel Pitts era noto alle Forze dell'Ordine, già nel 2015 aveva minacciato di voler distruggere gli Stati Uniti

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 3 luglio 2018

Arresto a Cleveland: stava progettando un attentato terroristico con ordigni giocattolo per la parata del 4 luglio

Importante arresto a Cleveland: si chiama Demetrius Nathaniel Pitts, ha 48 anni ed è accusato di ‘aver tentato di fornire un sostegno materiale ad un’organizzazione terroristica straniera’. A diffondere la notizia in una conferenza stampa è stata l’Fbi la quale ha precisato che l’uomo, sostenitore di Al Qaeda, stavano pianificando un attentato per la parata del 4 luglio, giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti, nel centro della città dell’Ohio. Inoltre ha dichiarato che Demetrius Nathaniel Pitts, ha raccontato a un agente sotto copertura che ‘il suo desiderio è uccidere i militari e le loro famiglie’.

Chi è Demetrius Nathaniel Pitts

Pitts non è nuovo per le Forze dell’Ordine: in passato è stato più volte arrestato per aggressione, violenza domestica e possesso illegale di armi. Nel 2015 l’uomo aveva inviato un messaggio privato su Facebook contenente minacce al programma di approfondimento politico ‘The Craig Sewing Show’: ‘Gli Stati Uniti saranno distrutti. Allahu Akbar’. Dal 2017, dopo che aveva espresso sentimenti di odio nei confronti degli Stati Uniti nonché il desiderio di unirsi ad Al Qaeda su Facebook utilizzando gli pseudonimi Abdur Raheem Rafeeq e Salahadeen Osama Waleed, era finito sotto stretta sorveglianza dell’Fbi.

Nei mesi scorsi è stato avvicinato da un agente dell’FBI sotto copertura spacciatosi per un componente di Al Qaeda: a quello ‘sconosciutoo’ Pitts aveva confidato il desiderio di far esplodere Cleveland durante la parata del 4 luglio, ipotizzando di accoltellare i partecipanti oppure di colpire la massa con esplosivi caricati su un furgone: ‘Riesci ad immaginare la paura che un episodio del genere instillerebbe nelle masse? Voglio dire che si diffonderà attraverso milioni di persone’. Infine nell’ultimo incontro avrebbe invece parlato di caricare l’esplosivo su auto giocattolo telecomandate: avrebbe voluto attirare l’attenzione dei bambini facendole passare sotto le auto della Polizia per poi farle esplodere in un secondo momento sotto le case degli agenti.

La vicenda si è conclusa con l’arresto di Pitts. Sono stati anche sequestrati due video in cui il 48 enne giurava fedeltà ad Al Qaeda.

Perché attentati con ordigni giocattolo

Gli Ordigni Esplosivi Improvvisati (Improvised Explosive Device, o IED) sono quei dispositivi artigianali che gli attentatori costruiscono autonomamente con materiale di derivazione bellica, o con altri oggetti come appunto giocattoli radiocomandati. Questi ultimi sono facilmente reperibili, perfetti per contenere esplosivi e per essere posizionati dove stabilito. La strategia delle trappole giocattolo risale almeno alla Seconda Guerra Mondiale: il loro aspetto ‘abbassa le difese’ di chi è destinato a controllare, contestualmente il loro contenuto è atto a ferire e procurare danni permanenti.