Armocromia e capelli: ecco i colori giusti per ogni donna

Quali sono le nuance per capelli più adatte per ciascuna donna? Scegliere il colore perfetto non sempre è semplice: l'armocromia viene in nostro soccorso e ci suggerisce qual è quello più adatto

Armocromia e capelli: ecco i colori giusti per ogni donna

Foto Shutterstock | Sofia Zhuravetc

Avere capelli sani, lucenti e perfettamente acconciati è la prima regola di bellezza, se si vuole splendere come una star. E uno dei dettagli più importanti è il colore: che sia la nostra tonalità naturale o quella che abbiamo deciso di “indossare” per sentirci finalmente diverse, è fondamentale che si abbini bene ad altre nostre caratteristiche, quali l’incarnato e il colore degli occhi. L’armocromia è la disciplina giusta per scoprire la nuance perfetta per ciascuna di noi, ecco i colori giusti secondo l’armocromia capelli.

Armocromia capelli

Foto Shutterstock | MAKOVSKY ART

Armocromia capelli: come scegliere il colore giusto?

Negli ultimi anni si è molto parlato di armocromia, una tecnica che permette di individuare le palette di colori più adatte ad ogni donna. Per rendere più semplice questo compito, i consulenti d’immagine sono soliti suddividere le donne in quattro stagioni – primavera, estate, autunno e inverno – e poi, ulteriormente, in sedici sottogruppi i cui membri si distinguono sulla base del colore della pelle, degli occhi e dei capelli.

Ad ogni categoria sono state assegnate delle palette di colori che permettono di far risaltare la propria bellezza in maniera del tutto naturale. Sono questi i colori che ciascuna di noi dovrebbe scegliere in ogni occasione, per non rischiare di commettere errori nel make up o nell’abbigliamento. La stessa tecnica può essere applicata anche ai capelli: se vogliamo cambiare stile e optare per una tinta, seguire le regole dell’armocromia permette di non sbagliare tonalità.

Come abbiamo detto poco sopra, una volta individuata la propria stagione di appartenenza diventa tutto più semplice. Abbiamo stilato questa breve guida per aiutarvi a scegliere il colore perfetto secondo l’armocromia capelli per ciascuna di voi, sulla base delle quattro categorie individuate dall’armocromia. Se volete invece saperne di più su questa disciplina, potete trovare qui alcuni dettagli.

Il colore perfetto per le donne primavera

La primavera è la stagione di coloro che possiedono colori caldi e luminosi, ma anche brillanti. Al naturale, i loro capelli sono principalmente biondo miele o rossi, talvolta anche castano chiaro. Altri tratti caratteristici delle donne appartenenti a questa categoria sono gli occhi azzurri, verdi o castani e la pelle color pesca o avorio, con eventuale presenza di efelidi.

La stagione primavera è suddivisa in quattro categorie, che permettono di individuare con maggior precisione qual è il colore perfetto per ciascuna di noi. Coloro che appartengono alla primavera assoluta o alla primavera brillante hanno generalmente i capelli biondi o rossi. Se l’incarnato è particolarmente chiaro, la scelta migliore potrebbe essere una tinta rossa (se questo è il colore naturale, si può puntare su una tonalità più luminosa). Al contrario, se la pelle è più scura, la nuance migliore è il biondo con riflessi dorati o ramati.

Le donne rientranti nella categoria della primavera chiara o della primavera soft chiara hanno invece i capelli tendenzialmente biondi al naturale. Se vogliono valorizzare al meglio il proprio look, dovrebbero puntare ad una tonalità leggermente più chiara e calda, evitando assolutamente le sfumature cenere e il biondo platino.

Donne estate? Ecco la nuance giusta

L’estate è da sempre la stagione del caldo e dei colori vivaci, ma non per quel che riguarda l’armocromia. Al contrario, in questa categoria vi rientrano le donne dai sottotoni freddi e lunari: i capelli possono essere biondi o castano chiaro, sempre con riflessi color cenere. Gli occhi sono quasi sempre chiari, nelle tonalità celesti, verde acqua e nocciola. L’incarnato, invece è luminoso e freddo.

Analizziamo ora la scelta del colore perfetto per la propria chioma in base ai quattro sottogruppi. Le donne che appartengono all’estate chiara o all’estate soft chiara sono in prevalenza bionde naturali e possono tranquillamente schiarire i propri capelli, utilizzando anche tecniche quali shatush e balayage. Sono consigliate le tonalità cenere e miele, mentre invece vanno evitati i riflessi aranciati o ramati.

Al contrario, nelle categorie dell’estate assoluta e dell’estate soft scura rientrano coloro che hanno capelli color biondo scuro o castano. La tonalità migliore, nella maggior parte dei casi, si rivela essere quella naturale, ma chi ha voglia di sperimentare può puntare su tinte fredde, evitando accuratamente i riflessi ramati e il nero. Un’idea può essere uno shatush sulle punte con toni freddi quali azzurro o argento.

Autunno: profondo o soft?

Tonalità calde e ramate, sfumature intense e avvolgenti: sono queste le caratteristiche principali dell’autunno. Le donne appartenenti a questa stagione hanno i capelli biondo scuro, castani o neri, ma anche ramati. Gli occhi sono verdi o castano sottobosco, mentre la pelle è color miele o di tonalità olivastra. In generale, tutti i colori di riferimento sono quelli della terra o dell’oro.

Chi rientra nella sottocategoria dell’autunno profondo, con capelli piuttosto scuri, può scegliere tra tutte le sfumature più calde del castano. L’importante è non schiarire la chioma, per evitare di perdere profondità. Lo stesso principio vale genericamente per chi appartiene all’autunno soft scuro e possiede quindi capelli castani con riflessi dorati o ramati. Piuttosto che scegliere tonalità più chiare, meglio andare su colori come il cioccolato o il rame scuro.

Al contrario, le donne che si ritrovano nella categoria dell’autunno soft chiaro hanno spesso capelli biondo scuro o castano chiaro, quindi dovrebbero mantenere i riflessi dorati e optare per schiarire la chioma di una o due tonalità. Sono particolarmente sconsigliati i colori scuri e il rosso. Del tutto diversa è la situazione per chi rientra nella stagione dell’autunno assoluto, e che possiede solitamente un bellissimo rosso intenso. In questo caso, il colore perfetto è proprio quello naturale, al quale si possono aggiungere al massimo dei riflessi ramati.

Armocromia capelli per le donne inverno

Infine, la stagione fredda per eccellenza: l’inverno. In questa categoria rientrano le donne che hanno capelli molto scuri, oppure biondi nelle tonalità più fredde (come il biondo platino). Gli occhi possono essere marroni o neri, ma anche in forte contrasto con la chioma – quindi azzurri o verdi. L’incarnato, infine, è prevalentemente color ebano, oliva o avorio. Per tutte loro vale un consiglio in particolare: meglio non osare con tonalità più chiare rispetto a quelle naturali.

Se entriamo un po’ più nel dettaglio, con l’armocromia capelli, scopriamo che le donne appartenenti all’inverno profondo soft, ovvero quelle caratterizzate da capelli castano scuro, potrebbero non essere valorizzate dalle nuance più scure – in particolare dal nero. Molto meglio giocare con contrasti leggerissimi, sempre tono su tono con il colore naturale.

Le altre tre categorie (l’inverno profondo, l’inverno brillante e l’inverno assoluto) sono invece caratterizzate da colori molto più scuri, fino ad arrivare al nero corvino. Le donne che vi rientrano possono osare con tinte forti e optare per il nero, purché mantengano le tonalità fredde. Da evitare le sfumature ramate.

Parole di Giulia Sbaffi