Anemia e carenza di ferro: consigli utili

Anemia e carenza di ferro sono problemi tipicamente femminili che possono essere tenuti sotto controllo con l’alimentazione ma anche associando i cibi nel modo corretto, accoppiandone alcuni e non altri.

carenza ferro

L’anemia è un disturbo dovuto alla diminuzione nel sangue dell’emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno ai vari tessuti dell’organismo. L’anemia può essere leggera e comportare solo un po’ di stanchezza e debolezza ma può anche essere più grave con sintomi gravi come tachicardia, nausea, vertigini e inappetenza. L’alimentazione gioca un ruolo importante nell’anemia e nella carenza di ferro, vediamo insieme qualche consiglio.

Il ferro deve essere introdotto nell’organismo tramite l’alimentazione, ne esistono di due tipi:

  • il ferro eme di origine animale: è assimilabile al 20 – 25%
  • il ferro non eme di origine vegetale: è assimilabile al 10%.

 
Il fabbisogno di ferro cambia in base al’età, ma in generale ce n’è bisogno sempre, in età fertile, perdendo sangue con le mestruazione si deve prestare molta più attenzione. Durante gravidanza e allattamento il corpo ha bisogno di più ferro per le esigenze del feto e del neonato, può essere utile assumere le compresse di ferro insieme all’acido folico che ne facilità l’assorbimento.
 

Una alimentazione equilibrata normalmente tiene al riparo da carenze di ferro e anemia ma a volte può non bastare, allora si deve puntare su alimenti che ne contengono di più, ad esempio carne do bovino e cavallo, il fegato di bovino e suino (si deve consumare al massimo 3 volte al mese).
 

Esistono anche dei trucchi per aumentare l’assorbimento del ferro:

  • Associare gli alimenti ricchi di ferro con la vitamina C (come kiwi e agrumi), condire la carne con il succo di limone o bere succo d’arancia dopo i pasti, in questo modo aumentate del 20% l’assorbimento.
  • Consumate carne e pesce con una porzione di legumi o verdure, perché la cisteina permette di assorbire 2 o 3 volte in più il ferro non eme dei vegetali.

 
Al contrario ci sono alimenti che presi insieme possono ostacolare l’assorbimento del ferro:

  • i tannini, presenti nel caffè, te, vino rosso e cioccolato
  • fibre, se sono troppe accelerano il passaggio degli alimenti nell’intestino e il ferro non ha il tempo di farsi assimilare.
  • Polifenoli del caffè
  • Latticini perché contengono molto calcio
  • Fitati, sono sostanze presenti nei legumi e nei cereali, per eliminare il problema dovete tenerli a lungo in ammollo prima di cuocerli.
  • Pane integrale e derivati hanno lo stesso effetto delle fibre, quindi insieme alla carne servite il pane bianco.

 

Parole di Serena Vasta

Serena Vasta è stata collaboratrice di Pourfemme e di Buttalapasta dal 2008 al 2019, occupandosi principalmente di tematiche relative alla cucina e alla casa, con qualche incursione nella salute e benessere.