Amazon ritira alcune sex dolls dal commercio: riproducono tratti infantili, rischio incitamento alla pedofilia

Il colosso dell'e-commerce al centro di un vortice polemico inarrestabile dopo la segnalazione su alcuni prodotti davvero inquietanti apparsi in vetrina. Bambole del sesso raffiguranti bambini, che potrebbero spingere ad aprire nuove frontiere del crimine sui minori, difficilmente intercettabili.

da , il

    Amazon ritira alcune sex dolls dal commercio: riproducono tratti infantili, rischio incitamento alla pedofilia

    Amazon ritira dal commercio le sex dolls ‘bambine’ per il rischio di incitamento alla pedofilia. Una corsa ai ripari che non pone un definitivo rimedio alla figuraccia del colosso nel consentire a venditori di terze parti di inserire nel Marketplace simili giochi sessuali.

    Sex dolls con tratti infantili: allarme per le bambole bambine online

    Talmente realistiche e ‘particolari’ da non passare inosservate: le ‘bambole bambine’, fino a pochi giorni fa in vendita su Amazon, non hanno nulla a che vedere con le innocenti riproduzioni di minori per il puro divertimento dei più piccoli.

    In realtà sono dei veri e propri oggetti sessuali, sex toys in piena regola, per il ‘divertimento’ perverso di adulti che potrebbero sfociare in atti di pedofilia nella realtà.

    La nota ufficiale di Amazon

    Una vergogna in Rete cui il colosso ha dovuto immediatamente riparare, affidando a un portavoce dell’azienda un commento ufficiale: “Tutti i venditori di Marketplace devono seguire le nostre linee guida di vendita e coloro che non lo faranno saranno soggetti ad azioni, inclusa la potenziale rimozione del proprio account”.

    Rassicurazioni anche sull’immediata rimozione, ma non è ancora chiaro da quanto tempo fossero disponibili agli utenti per l’acquisto.

    Il commissario inglese per l’infanzia, Anne Longfield, ha chiesto con insistenza una spiegazione sul perché le bambole fossero state ammesse al commercio online sul sito del colosso.

    Ha anche aggiunto che sarebbe utile un chiarimento da parte di Amazon circa le misure future per impedire accadimenti di questo tenore.