Al via il progetto nelle scuole per una dieta sana e contro il diabete infantile

Parte il progetto nelle scuole per una dieta sana e contro il diabete infantile chiamato “Scuola, sana alimentazione e diabete”.

diabete infantile sintomi cura

“Scuola, sana alimentazione e diabete” è il progetto organizzato dal servizio di Diabetologia pediatrica dell’unità operativa di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale di Piacenza e l’Associazione autonoma diabetici piacentini per aiutare i bambini delle scuole a conoscere il diabete e i metodi alimentari di prevenzione. Ci saranno una serie di incontri formativi per il personale scolastico e per i bambini: un progetto che andrà avanti per 2 anni nelle scuole elementari, medie e superiori. Un’ottima iniziativa per conoscere questa malattia più diffusa di quanto si pensi.

Continua a leggere

“Il progetto nasce per migliorare la vita dei giovani diabetici fornendo sia agli insegnanti sia agli alunni stessi le linee guida per una corretta alimentazione e per un giusto approccio verso la malattia nella quotidianità della scuola” ha sottolineato la tecnologa alimentare Francesca Dossena.
 
Solo nella zona di Piacenza sono 50 i bambini con il diabete di tipo 1 che oggi sono in cura presso il servizio di Diabetologia pediatrica dell’ospedale. “In Italia il 35% dei bambini tra gli 8 e i 12 anni sono obesi o sovrappeso – dice il primario di Pediatria Giacomo Biasucci – Sono numeri che si avvicinano ai dati americani e che sono dovuti al cambiamento della abitudini alimentari”.
 
Un progetto che ha avuto anche il patrocinio del Comune di Piacenza, della Provincia, dell’Azienda Usl e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
 
Il diabete colpisce sempre di più anche i bambini e gli adolescenti e sono sempre più colpiti dal diabete di tipo 1, che porta alla distruzione delle cellule che producono l’insulina: la cura consiste nella somministrazione di insulina 3-4 o più volte al giorno. Anche il diabete di tipo 2, negli ultimi anni, viene diagnosticato sempre più spesso anche ai bambini.

Continua a leggere

Parole di Francesca Bottini

Da non perdere