Affidano la figlia di un anno all’amico per pochi minuti, poi la scoperta sconcertante

Colto in flagrante dai genitori della minore, il 26enne è in carcere con una condanna per sodomia, e ha dato una risposta disarmante agli inquirenti. La vicenda potrebbe non essere il primo episodio in assoluto ai danni della piccola vittima.

da , il

    Affidano la figlia di un anno all’amico per pochi minuti, poi la scoperta sconcertante

    Hanno affidato la loro figlia di un anno a un amico fidato, poi la sconcertante scoperta. Giusto il tempo di andare al supermercato, salvo poi tornare indietro per una dimenticanza e trovare l’uomo, 26 anni, nel pieno del suo crimine. La vicenda ha contorni particolarmente scabrosi e potrebbe non essere un unicum nel profilo criminale dell’aguzzino.

    Genitori al supermercato, il dramma della figlia di un anno a casa

    I genitori della bambina di un anno, protagonista di una storia di ordinaria follia, avevano chiesto al 26enne Jayson Newlun, amico di vecchia data della coppia, di badare alla loro figlia per il tempo di un veloce spostamento al supermercato.

    Giusto 10/15 minuti per fare la spesa, ma qualcosa ha sconvolto i loro piani. Usciti di casa, si sarebbero resi conto di aver dimenticato qualcosa e, per questo, avrebbero deciso di tornare indietro.

    Questo il quadro emerso dalla ricostruzione a carico del 26enne, trovato poi in flagranza di reato dalla madre della piccola.

    Il fatto è accaduto negli USA, ed è costato all’uomo l’arresto e una condanna per sodomia, con cauzione fissata a 250mila dollari.

    La mamma, entrata in casa, avrebbe scoperto Newlun seminudo, davanti alla bambina, intento a compiere pratiche di autoerotismo e a scattarle foto alle parti intime. Una scena agghiacciante, che ha spinto la donna ad avventarsi sul 26enne, poi neutralizzato dal padre della minore.

    Sotto interrogatorio, l’uomo avrebbe dichiarato di non sapere perché ha compiuto il reato e non avrebbe opposto alcuna resistenza alle contestazioni.

    Il dubbio degli inquirenti è che possa aver agito indisturbato in altre occasioni, ipotesi al vaglio di ulteriori indagini.