Acidi della frutta, i consigli per utilizzarli nella beauty routine

Gli acidi della frutta sono fondamentali per la salute della nostra pelle. Ecco dove trovarli e i consigli per la skincare routine

frutta arance ragazza

Foto Unsplash | Noah Buscher

Quando si parla di skincare routine è facile imbattersi negli acidi della frutta. Questi, contenuti negli ortaggi e nella frutta, contengono vitamine e minerali utilissimi per la bellezza della nostra pelle.

Gli acidi della frutta sono dei potenti alleati naturali, noti soprattutto per le loro proprietà anti-age, ma anche esfolianti e in grado di ridurre alcuni problemi della pelle, come acne e piccole imperfezioni.

Tra gli acidi della frutta, i più conosciuti sono: l’acido malico, che si trova solitamente in fragole e mele; l’acido glicolico, contenuto nella barbabietola e nella canna da zucchero. Ma anche l’acido mandelico e lattico, rispettivamente contenuti nelle mandorle e nei mirtilli e ananas.

Ecco quindi alcuni consigli per utilizzare al meglio gli acidi della frutta tutto l’anno, anche durante la beauty routine estiva, condivisi da Valentina Abramo, Brand Partnership Manager dell’azienda Abiby, con Ansa.

Mai abbinare gli acidi della frutta alla vitamina C

Il primo consiglio, preziosissimo, è quello di evitare di mischiare la vitamina C agli acidi della frutta. Questo perché la prima è contenuta in diversi prodotti per la skincare routine, ma ha un elevata sensibilità al pH e non è quindi indicata per tutte le beauty routine. Come spiegato da Abramo, la vitamina C abbinata agli acidi della frutta diventa inefficace. Ma non solo. Infatti può anche causare irritazione se il mix è utilizzato su pelli molto sensibili.

Sì all’utilizzo di questi acidi alla sera

Gli acidi della frutta sono perfetti per la beauty routine serale. Come tutti gli acidi infatti, anche questi agiscono meglio di notte, momento in cui avviene il rinnovamento cellulare, visto che la pelle non è esposta ai raggi solari e può quindi rigenerarsi più velocemente.

Mai dimenticare la protezione SPF

Una buona protezione è sempre alla base di una pelle belle più bella. Per questo, i prodotti che contengono acidi di questo tipo devono sempre essere abbinati a creme con protezione SPF. Questo vi aiuterà ad evitare di provocare danni e irritazioni alla vostra pelle, che risulterà così tonica e priva di imperfezioni.

Gli acidi della frutta perfetti per le pelli sensibili

Secondo quanto spiegato da Valentina Abramo, gli acidi della frutta più indicati per le pelli sensibili sono quelli a base di acido mandelico o lattino. Tra l’altro, l’acido mandelico ha anche un effetto antibatterico. Quindi, è perfetto per prendersi cura di pelli acneiche o che si irritano facilmente dopo i trattamenti.

Parole di Benedetta Minoliti