Accoltella la madre e la nonna poi si toglie la vita: orrore a Paina di Giussano

Nel cuore della Brianza, al terzo piano di una palazzina di un quartiere residenziale si è consumata una vera e propria tragedia: secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio. Un folle gesto apparentemente senza motivo di un giovane di 28 anni.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 15 marzo 2018

Accoltella la madre e la nonna poi si toglie la vita: orrore a Paina di Giussano
Orrore a Giussano / ansa

Orrore a Paina, frazione del Comune di Giussano, in Brianza: al terzo piano di una palazzina in un quartiere residenziale, tra le mura di un appartamento avvolto nel silenzio, sono stati ritrovati tre corpi privi di vita avvolti in una pozza di sangue. Una tragedia consumatasi apparentemente senza motivo: un giovane di 28 anni avrebbe dapprima ucciso la madre, poi la nonna e infine si è tolto la vita.

Alle ore 23.00 giunge una chiamata ai Carabinieri: ‘Non riusciamo a metterci in contatto con i vicini’. Subito si attivano i militari dell’Arma, i Vigili del Fuoco e un’automedica, tutti si precipitano a Paina, nella palazzina da cui è arrivata la telefonata. Al terzo piano, fuori dall’appartamento incriminato si percepisce soltanto un fitto silenzio, ma quando le Forze dell’Ordine fanno irruzione lo scenario che si trovano dinanzi è davvero sconvolgente: ci sono tre corpi a terra senza vita.

Sul luogo dei delitti è giunto il magistrato di turno e il medico legale, mentre i Carabinieri hanno trascorso l’intera notte nell’appartamento per effettuare tutti i rilievi necessari alle indagini. Secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio: il folle gesto di un ragazzo di 28 anni ha stroncato le vite della madre di 58 anni e della nonna di 88. Subito dopo si è ucciso. La tragica vicenda ha paralizzato gli abitanti del piccolo Comune.