Abiti da sposa: quale tessuto scegliere

Quali sono i tessuti più utilizzati per realizzare gli abiti da sposa? La seta e il pizzo sono sicuramente i più conosciuti. Altri tessuti sono l'organza, lo chiffon, il raso, il taffetà e altri, in seta o in cotone e fibre sintetiche

abito da sposa seta e pizzo

 
Nella scelta dell’abito da sposa, non bisogna limitarsi al modello e allo stile: anche il tessuto è importante. 
La stragande maggioranza delle coppie si sposa in tarda primavera e in estate, ma ci sono anche dei temerari che sfidano il freddo e convolano a nozze in pieno inverno. Quali sono i tessuti utilizzati per gli abiti da sposa?
 
Per la scelta dell’abito da sposa, il mio consiglio è di rivolgervi ad un atelier con personale esperto del settore, che vi saprà indicare stile, modello e tessuto adatto a voi e alle vostre esigenze, ma soprattutto adatto alla stagione in cui si celebrerà la cerimonia!
 
E’ superfluo dire che se vi sposate in autunno o in inverno dovrete orientarvi su tessuti più pesanti e aggiungere accessori come una stola di pelliccia ecologica o uno scialle di cashmere.
Per l’estate potete sbizzarrirvi con seta, organza, pizzo, tulle….
 
Quali sono i tessuti più utilizzati per confezionare un abito da sposa? Eccone alcuni.
 
Seta: è sicuramente il tessuto più utilizzato per la realizzazione degli abiti da sposa. Le caratteristiche della seta sono la straordinaria morbidezza al tatto, la lucentezza, e la leggerezza. Tra i tessuti di seta, ne esistono altri, molto famosi, utilizzati per creare abiti da sposa: Georgette, Organza, Taffetà, Chiffon e Raso.
 
Georgette: può essere in seta, ma anche in cotone, lana, o fibre sintetiche. Il tessuto Georgette in lana è adatto per realizzare abiti un pò più pesanti, adatti all’inverno.
E’ leggerissimo e molto sottile, e esiste anche in una varietà trasparente e preziosa: la Crêpe de Georgette, la cui caratteristica è una leggera ondulazione crespata.
 
Organza: è un tessuto di seta molto leggero e trasparente che conferisce all’abito una leggera rigidità e delle sfumature madreperlate.
 
Taffetà: è considerato il più bel tessuto di seta e la sua caratteristica è la lucidità, la luminosità, la leggerezza, e la brillantezza.
 
Chiffon: anche questo è molto leggero, trasparente particolarmente soffice e presenta delle lievi increspature. Si può trovare anche lo chiffon di cotone o in fibra sintetica.
 
Raso: è un tessuto liscio, lucido e molto morbido. Dal raso si relizzano il broccato e il damasco.
 

Pizzo: come la seta, è il tessuto più utilizato per abiti da sposa ed accessori, ad esempio i guanti. E’ un tessuto a ricamo e può essere naturale o sintetico. Può essere realizzato a mano o a macchina. Si chiama anche merletto o trina.
 
Tulle: può essere in seta, cotone o in fibre sintetiche. E’ caratterizzato da fili intrecciati che lo rendono simile ad una garza. Può essere più o meno rigido e spesso è utilizzato per le sottogonne, per il velo o per le balze.
 
Foto: 
www.raphaelinternational.com 
ph.88dbmedia1.jobsdb.com 
image.confetti.co.uk 
ecx.images-amazon.com 
www.zenhobo.com 
farm2.static.flickr.com 
www.bridalwave.tv 

Parole di Irene