7 piatti che non indovinerai mai dove sono stati inventati!

Dai croissant al sushi, fino agli spaghetti con le polpette, ecco alcuni piatti che provengono da dove non avremmo mai pensato

sushi

Foto Pixabay | Adamsov

In questo mondo variegato e multiculturale che abitiamo, ogni paese è destinato a imparare e a prendere in prestito da altre culture, anche quando si tratta di cibo. Dai croissant al sushi, ecco alcuni piatti che provengono da dove non avremmo mai pensato.

French fries (o patatine fritte)

Sono davvero francesi o belghe? Alcuni storici sostengono che questo popolare contorno sia nato alla fine del XVII secolo. Si dice che i poveri abitanti dei villaggi belgi preparassero le patate in inverno, allo stesso modo in cui preparavano il pesce quando i fiumi non erano congelati. Quel metodo era la frittura. I francesi, invece, sostengono che le patate fritte siano state inventate a Parigi nel 1789 durante la rivoluzione francese, in seguito a una campagna per la promozione delle patate in Francia. Chi avrà ragione?

Croissant

Il croissant burroso e friabile è diventato uno dei simboli della Francia. D’altra parte, cosa c’è di meglio di un caffè espresso e un cornetto per iniziare la giornata? Tuttavia, gli amanti dei croissant devono ringraziare gli austriaci per questa prelibatezza. Mentre i francesi hanno reso il croissant la propria specialità usando la pasta sfoglia, i croissant hanno origine dal kipfel austriaco, un dolce a forma di mezzaluna spesso fatto con molto burro. Sebbene non si possa negare che ora sia francese, resta il fatto che le sue radici sono austriache!

Crauti

Lo sapevate che i crauti, così popolari nella cucina tedesca, non provengono dalla Germania? Tutti i luoghi del mondo hanno le loro specialità fermentate, ma si ritiene che i crauti siano nati in Cina. Intorno al 220 a.C., quando la Grande Muraglia cinese era in costruzione, i costruttori mangiavano verdure fermentate insieme al riso per saziare la fame e procurarsi energie. Gli storici ritengono che sia stato Gengis Khan a introdurre in Europa il cavolo fermentato.

Cheesecake

Non c’è dubbio che la cheesecake (leggi la ricetta) sia uno dei dessert più conosciuti in tutto il mondo e di cui esistono molte gustose varietà. Molti di noi sono convinti che la cheesecake sia di New York, ma le sue origini risalgono a un’epoca molto più antica. Secondo alcuni, la cheesecake potrebbe persino affondare le radici nella Grecia del 776 a.C., quando si narra che agli atleti che partecipavano ai primi giochi olimpici venne servito un dolce a base di formaggio di pecora e miele.

Sushi

Sebbene i giapponesi si siano presi tutto il merito per quello che oggi chiamiamo sushi, si pensa che le sue origini abbiano luogo nel sud-est asiatico, in particolare in Cina. Le origini del sushi sono molto incerte quanto all’epoca, ma l’opinione più diffusa è che sia stato portato in Giappone dai monaci buddhisti tornati dalla Cina nel VII secolo.

Spaghetti e polpette

Non c’è niente di più delizioso di un piatto di spaghetti con le polpette (leggi la ricetta). Italiano? Vero, ma soltanto in parte. Sì, in Italia mangiamo le polpette, ma di solito non con gli spaghetti. L’invenzione di questo piatto si deve probabilmente agli immigrati italiani che, giunti in America, si inventarono questo piatto, ispirato probabilmente alla maggior convenienza (per non dire anche alle maggiori quantità) della carne americana.

Ketchup

E lo sapevate che il ketchup non è un’invenzione americana? Il ketchup proviene, infatti, da un diverso tipo di salsa cinese, a base di pesce. La leggenda racconta che, cinquecento anni fa, i marinai cinesi stavano navigando lungo la costa del Mekong quando trovarono una salsa a base di acciughe fermentate. La salsa era popolare in Vietnam e i marinai cinesi le diedero il nome di “ke-tchup“. Questo nome è nell’antica lingua hokkien e l’ultima sillaba, “tchup”, significa “salsa”.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.