14enne accoltella compagna durante una brutale rissa a scuola mentre la madre le urla incitamenti

Un video shock mostra due ragazzine impegnate in una dura lotta che si fa veramente pericolosa quando una della due, aiutata dalla madre, estrae un coltello e inizia a vibrare fendenti alla rivale

da , il

    Il video di una brutale rissa in Brasile è diventato virale: una madre incita la figlia di 14 anni ad accoltellare una compagna di classe, provocandole ferite al viso, alle braccia, alle mani e al petto. Il violento episodio si è svolto fuori dalla scuola, con molti spettatori che hanno assistito alla scena senza poter intervenire.

    I dettagli della rissa

    La rissa ha avuto inizio in mezzo a una strada fuori dalla scuola Nossa Senhora das Graças a Belem, nel nord del Brasile, il 6 giugno.

    Il video, da poco diffuso, mostra il momento in cui due adolescenti si battono duramente strappandosi ciocche di capelli e tirandosi pugni.

    La rissa diventa davvero pericolosa quando una delle ragazzine sfodera un coltello e inizia a pugnalare la sua rivale, infliggendole più di una dozzina di ferite alla schiena, al viso, alle mani e al petto.

    Il coinvolgimento della madre

    Gli inquirenti stanno cercando di chiarire i dettagli del coinvolgimento nella vicenda della madre. La donna è infatti accusata di aver passato il coltello alla figlia e di aver deliberatamente ostacolato chi ha cercato di intervenire per sedare la rissa.

    A un certo punto, quando nel video si vedono le due ragazzine rotolare a terra, la madre si intromette prendendo la vittima per i capelli e strattonandola per allontanarla dalla figlia.

    La lotta si interrompe quando la donna, vestita con shorts e un canottiera gialla, interviene per togliere il coltello dalle mani della ragazza.

    Secondo i testimoni però, sarebbe stata sempre la stessa donna a fornire inizialmente il coltello alla figlia prima dell’inizio della rissa. La ragazzina l’aveva poi conservato nella cintola dei pantaloni per estrarlo durante il combattimento.

    L’aggressione sarebbe stata inoltre incoraggiata dalla madre, che gridava alla figlia “Accoltella quella p*****a”. I passanti che hanno provato a intervenire per separare le studentesse sono stati spinti via e la donna ha intimato loro di restare indietro.

    L’evoluzione

    La donna è scomparsa insieme alla figlia ed è accusata di complicità in tentato omicidio.

    La vittima dell’attacco è stata portata in ospedale per medicare le ferite.

    La polizia sta ora indagando sulle dinamiche dell’accaduto: sembra che le due ragazzine fossero state in precedenza migliori amiche, ma avrebbero poi litigato per colpa di un video postato sui social.

    Le parole della madre della vittima

    La madre della vittima ha rilasciato una dichiarazione a Record TV affermando quanto segue: “La lotta è cominciata perché qualcuno ha mandato un video in un gruppo su Whatsapp usato dalle ragazze e le ha prese in giro. Una di loro non ha gradito i commenti sul filmato e hanno iniziato a litigare nel gruppo”.

    I provvedimenti della scuola

    Un portavoce della scuola ha dichiarato il proprio disappunto per il comportamento delle studentesse: “Abbiamo un programma scolastico che punta a sconfiggere la violenza tra studenti e promuove azioni educative contro il bullismo”.

    I servizi sociali e gli psicologi della scuola stanno lavorando con una delle due famiglie coinvolte nella rissa, mentre stanno cercando di contattare l’altra senza risultati.

    La vittima cambia scuola

    La madre della vittima ha però dichiarato di non sentirsi più al sicuro all’idea di rimandare la figlia nella stessa scuola: “Abbiamo tolto nostra figlia da quella scuola e l’abbiamo iscritta in un’altra, così che possa ripartire da zero e proseguire gli studi senza dover più affrontare un pericolo simile”.