Natale 2016

La mafia è Donna

LA mafia, LA camorra, LA 'ndrangheta, LA sacra corona unita e LA criminalità organizzata, sono fenomeni considerati prettamente maschili, ma in realtà molte sono le donne nelle grandi organizzazioni criminali italiane. Così come molte sono le donne, giornaliste, magistrati, poliziotte e volontarie, in prima linea nella lotta al crimine organizzato. Molte sono, purtroppo, anche le donne vittime delle mafie. Questa rubrica vuole essere un contenitore dedicato a tutti gli aspetti femminili legati al crimine organizzato, uno spazio in cui raccontare le loro storie tramite interviste, approfondimenti e inchieste, ma soprattutto un modo per far conoscere il coraggio delle donne impegnate in prima persona nella difesa dello Stato. A cura di Fabrizio Capecelatro

Rita Atria vittima della mafia perché perse la speranza

26 Lug 2016 Una bara bianca è, se possibile, ancora più triste di qualsiasi altro feretro. Il legno smaltato di bianco non presenta venature, nè nodi, come se volesse dimostrare che chi c'è lì dentro non aveva ancora rughe sul volto.

Francesca Morvillo, innamorata della Giustizia prima che di Giovanni Falcone

23 Mag 2016 Abbiamo già avuto modo di vedere, nella rubrica "La mafia è Donna", quanto sia vera anche nella lotta alla criminalità organizzata l'equazione secondo cui «dietro ogni grande uomo, c'è sempre una grande donna» [Leggi qui la storia di Felica Bartolotta, mamma di Peppino Impastato].

Le madri di mafia agli antipodi: Felicia Impastato e Giovanna Cannova

09 Mag 2016 Le madri di mafia non sono tutte uguali. Tante mamme hanno sfidato e combattuto in prima linea con orgoglio, coraggio e dignità la mafia e le mafie di ogni genere, come ad esempio la compianta Felicia Bartolotta Impastato.

Simonetta Lamberti, vittima a soli 11 anni della camorra e di un padre corrotto

29 Mag 2015 Un pomeriggio al mare. Simonetta Lamberti non aveva chiesto al padre nulla di più che un semplice pomeriggio al mare, all'insegna di quell'estate che il 29 maggio del 1982 sembrava più vicina che mai.

Una strage di donne per salvare l’onore: il 18 marzo 1994 furono uccise Marilena Bracaglia, Maria Teresa Galluccio e Nicolina Celano

18 Mar 2015 Marilena Bracaglia aveva ventidue anni il 18 marzo del 1994, era una brillante studentessa di architettura ma quella mattina non ne voleva sapere di svegliarsi e così fra le 9 e le 10 era ancora sotto le coperte di quel divano-letto nel soggiorno che la ospitava ormai da diverse settimane.

Lea Garofalo, non arriviamo tardi anche con la figlia Denise Cosco

24 Nov 2014 Un maglione nella vetrina di un negozio. Una giovane ragazza che passa spesso davanti a quella vetrina ne resta colpita, vorrebbe poterlo comprare. Si immagina con quell'indumento addosso e si vede bella, più di quanto in realtà già sia.

Gelsomina Verde uccisa dalla camorra a 22 anni: la sua vita valeva soltanto 300mila euro?

21 Nov 2014 L'amore è qualcosa che unisce, sempre. È come un ponte che lega due persone, due anime, due corpi e talvolta pure due fazioni, due famiglie contrapposte. L'amore mal sposa con l'idea di scissione: è soltanto quando l'amore finisce che divide, prima unisce.

Confetti neri per Valentina Terracciano, uccisa a soli due anni dalla camorra

12 Nov 2014 I confetti sono i simbolo della festa. Ne esistono di vari tipi: bianchi per il matrimonio, rossi per la laurea, azzurri o rosa a seconda se il bimbo che si battezza è maschietto o femminuccia. Dovrebbero sempre e soltanto celebrare un momento lieto, felice.

Nicoletta Parisi, una donna in prima linea contro la corruzione

29 Ott 2014 Il rapporto fra mafia e corruzione è un complesso da analizzare: il Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, riconosce che «non c'è un legame necessariamente bilaterale, ma i due fenomeni hanno caratteri similari» (LEGGI QUI LA NOSTRA INTERVISTA) e il Procuratore Naz

Ndrangheta in Lombardia, Lucrezia Ricchiuti: «Non sono più solo infiltrazioni» – INTERVISTA

01 Ott 2014 Se ormai è noto che le aree di influenza delle mafie non siano più soltanto quelle di un tempo e che i clan abbiano esteso, oltre ai loro traffici, anche il controllo del territorio a nuove zone geografiche, poco note sono quelle persone che cercano di evitare che le infiltrazioni mafiose arrivino

Enza Bruno Bossio: «La mafia si combatte con il rigore della politica» – INTERVISTA

24 Set 2014 Enza Bruno Bossio è calabrese, della provincia di Cosenza per l'esattezza, e se ha deciso di entrare a far parte della Commissione Parlamentare Antimafia, l'ente bicamerale che si occupa di controllare, coordinare e promuovere l'attività legislativa di contrasto alla criminalità organizzata, è p

“Beni confiscati alla mafia alle donne maltrattate”. Parla Maria Ferrucci, sindaco di Corsico

10 Set 2014 «Ci auguriamo che ci sia un'accelerazione sulla legge 109 del '96, sui beni confiscati alla mafia, perché non si può perdere tempo su questi temi».

Emanuela Setti Carraro morta nell’abbraccio del marito, il Generale Dalla Chiesa

03 Set 2014 L'abbraccio è uno dei maggiori gesti di affetto e di amore. Se forte, può perfino essere più passionale e struggente di un bacio. Affinché le braccia e le mani possano stingersi attorno al busto dell'altro, richiede infatti che entrambi i corpi combacino reciprocamente.

Santa Puglisi fu uccisa a 22 anni da un killer di 18: erano consapevoli di morire e di uccidere?

27 Ago 2014 Ventidue anni sono troppi pochi per indossare l’abito a lutto. Ventidue anni forse sono troppi pochi perfino per essere sposati. Eppure il 28 agosto del 1996 Santa Puglisi, a soli ventidue anni, era già moglie e vedova di mafia.

La camorra è di nuovo donna: l’arresto di Patrizia Bizzarro lo dimostra

23 Lug 2014 Il rapporto di una madre con i propri figli è qualcosa di potente, è un legame talmente inossidabile che da solo è sufficiente a compiere grandi opere, imprese memorabili che, nel bene e nel male, necessitano di un affiatamento familiare per essere compiute.

Pagina 1 di 2