Frana del Vajont, le foto

1 di 12
    continua
    http://www.pourfemme.it/foto/frana-del-vajont-le-foto_11533.html
    Vajont: 54 anni fa la tragedia
    Vajont: 54 anni fa la tragedia. Era il 9 ottobre 1963 quando alle 22.39 si stacca una parte del monte Toc, al confine tra il Veneto e il Friuli, precipitando in un lago artificiale: quello della diga del Vajont. 270 milioni di metri cubi si staccano dalla montagna che inizia a travolgere in pochi minuti abitazioni, paesi e persone. Intere comunità cancellate e 1917 vittime, di cui 487 bambini e ragazzi e 451 non sono mai state ritrovate. Una delle tragedie più grandi in Italia, ma che non ha mai avuto dei colpevoli: degli 11 tra i quali dirigenti e consulenti della società proprietaria dell’invaso e alti funzionari del Ministero dei lavori pubblici, vengono emesse solo 2 condanne il 25 marzo del 1971. Ad oggi c’è anche una scarsa memoria sul fatto, nonostante sia un disastro ambientale causato in parte dall'incuria dell'uomo.

    Vajont: 54 anni fa la tragedia

    Era il 9 ottobre 1963 quando alle 22.39 si stacca una parte del monte Toc, al confine tra il Veneto e il Friuli, precipitando in un lago artificiale: quello della diga del Vajont. 270 milioni di metri cubi si staccano dalla montagna che inizia a travolgere in pochi minuti abitazioni, paesi e persone. Intere comunità cancellate e 1917 vittime, di cui 487 bambini e ragazzi e 451 non sono mai state ritrovate. Una delle tragedie più grandi in Italia, ma che non ha mai avuto dei colpevoli: degli 11 tra i quali dirigenti e consulenti della società proprietaria dell’invaso e alti funzionari del Ministero dei lavori pubblici, vengono emesse solo 2 condanne il 25 marzo del 1971. Ad oggi c’è anche una scarsa memoria sul fatto, nonostante sia un disastro ambientale causato in parte dall'incuria dell'uomo.

    Vajont per non dimenticare

    Vajont per non dimenticare

    Autorità e istituzioni ricordano il 9 ottobre di ogni anno il disastro del Vajont.

    Morte e distruzione per la diga del Vajont

    Morte e distruzione per la diga del Vajont

    In pochi minuti, alle 22.39 del 9 ottobre la diga del Vajont diventa un'ecatombe per quasi 2000 persone.

    Imputati per il disastro del Vajont

    Imputati per il disastro del Vajont

    Il 25 marzo del 1971 vengono emesse soltanto 2 condanne per la tragedia del Vajont, che vedeva 11 imputati.

    Il paese ribattezzato Vajont

    Il paese ribattezzato Vajont

    Per gli sfollati fu costruito un nuovo paese nella pianura friulana, battezzato Vajont.

    Scenario apocalittico dopo la distruzione della diga del Vajont

    Scenario apocalittico dopo la distruzione della diga del Vajont

    I soccorritori si ritrovarono davanti alla valle cancellata da fango e detriti.

    Paesi cancellati dalla frana

    Paesi cancellati dalla frana

    La frana in pochi minuti cancella Longarone e alcune frazioni di Erto Casso e Castellavazzo.

    Vittime mai ritrovate

    Vittime mai ritrovate

    Delle 1917 vittime, 451 non furono mai ritrovate.

    Un deserto di fango e detriti

    Un deserto di fango e detriti

    La frana del Vajont spazzò via campi, abitazioni, edifici.

    Migliaia di sfollati

    Migliaia di sfollati

    Dopo la frana che distrusse la diga del Vajont i sopravvissuti si ritrovarono senza casa.

    880 lapidi del Vajont

    880 lapidi del Vajont

    Il cimitero delle vittime del Vajont è dal 2003 monumento nazionale e si trova nel comune di Longarone.

    Il ricordo

    Il ricordo

    Occorre non dimenticare quella che è stata una tragedia, in parte causata dall'uomo.