Attentati a Bruxelles, le foto delle vittime

1 di 7
    continua
    http://www.pourfemme.it/foto/attentati-a-bruxelles-le-foto-delle-vittime_11137.html
    Patricia Rizzo
    Patricia Rizzo. Gli attentati a Bruxelles hanno causato 32 morti e oltre 270 feriti. Tra le vittime della strage dei terroristi dell’Isis all’aeroporto internazionale Zaventem di Bruxelles e alle fermate di Metro Malebeek e Schumann, vicino alle istituzioni europee, ci sono diverse donne, tra cui la 48enne funzionaria italiana dell’Unione europea Patricia Rizzo che prendeva normalmente la metropolitana per recarsi al lavoro. sposata e mamma di un bambino, aveva lavorato come uno dei massimi dirigenti dell’Efsa, l’Authority alimentare europea, per ben 5 anni a Parma. Poi aveva lavorato all’Eacea (l’agenzia dell’Unione europea che si occupa di audiovisivi) e in questi ultimi due mesi all’Ercea (l’agenzia dell’Unione europea dedicata al supporto della ricerca scientifica di frontiera). E' tuttora in corso il difficile e travagliato lavoro di identificazione delle vittime, molte delle quali irriconoscibili.  
     
    Foto: Facebook

    Patricia Rizzo

    Gli attentati a Bruxelles hanno causato 32 morti e oltre 270 feriti. Tra le vittime della strage dei terroristi dell’Isis all’aeroporto internazionale Zaventem di Bruxelles e alle fermate di Metro Malebeek e Schumann, vicino alle istituzioni europee, ci sono diverse donne, tra cui la 48enne funzionaria italiana dell’Unione europea Patricia Rizzo che prendeva normalmente la metropolitana per recarsi al lavoro. sposata e mamma di un bambino, aveva lavorato come uno dei massimi dirigenti dell’Efsa, l’Authority alimentare europea, per ben 5 anni a Parma. Poi aveva lavorato all’Eacea (l’agenzia dell’Unione europea che si occupa di audiovisivi) e in questi ultimi due mesi all’Ercea (l’agenzia dell’Unione europea dedicata al supporto della ricerca scientifica di frontiera). E' tuttora in corso il difficile e travagliato lavoro di identificazione delle vittime, molte delle quali irriconoscibili.  
     
    Foto: Facebook

    Elita Weah

    Elita Weah

    La 41enne mamma di una bambina di 13 anni di nazionalità olandese si trovava all'aeroporto di Zaventem per partire alla volta degli Stati Uniti. Avrebbe voluto infatti partecipare al funerale di un familiare. 
     
    Foto: Facebook

    Jennifer Scintu

    Jennifer Scintu

    La 29enne tedesca di origini italiane era in aeroporto mercoledì al momento dell'esplosione. La donna di Aquisgrana si trovava al check in di un volo per New York assieme al marito Lars Waetzmann, ora ricoverato in gravi condizioni in un ospedale dalla capitale belga. Jennifer, nata e cresciuta in Germania, aveva i nonni in Sardegna, ad Ales, e spesso tornava a trovarli con la madre Miriana. 
     
    Foto: Facebook

    Loubna Lafquiri

    Loubna Lafquiri

    La donna, mamma di tre bambini e di professione insegnante, è morta alla stazione della metropolitana Maelbeek, colpita dai terroristi.  
     
    Foto: Facebook

    Sascha e Alexander Pinczowski

    Sascha e Alexander Pinczowski

    Doppia tragedia per la famiglia Pinczowski, di origine olandese. Nell'attentato all'aeroporto di Bruxelles hanno infatti perso la vita i fratelli Sascha e Alexander, residenti a New York.  
     
    Foto: Facebook

    Adelma Marina Tapia Ruiz

    Adelma Marina Tapia Ruiz

    La 36enne peruviana era con le figlie gemelle di 3 anni, Maureen e Alondra, e il marito Christopher Delcambe in attesa di imbarcarsi per New York per far visita alla madre e alle sorelle. Proprio qualche minuto prima dell’esplosione, le bambine si erano allontanate, insieme con il padre, dalla zona del gate per giocare. Nello scoppio che ha ucciso Adelma Marina Tapia Ruiz, la figlia Maureen è rimasta ferita a una mano e anche il padre Christopher si è leggermente ferito.  
     
    Foto: Facebook

    Fabienne Vansteenkiste

    Fabienne Vansteenkiste

    La 51enne Fabienne Vansteenkiste. Lavorava all’aeroporto di Zaventem e stava per concludere il suo turno quando il kamikaze dell’Isis si è fatto esplodere. Era stata un’amica del figlio, Thomas Savary, a pubblicare l’annuncio di scomparsa della donna sui social network.  
     
    Foto: Facebook

    Foto correlate