X Factor, i giudici dell’11^ edizione sono: Fedez, Manuel Agnelli, Mara Maionchi e Levante

La 'soffiata' di Fiorello era esatta: l'edizione 2017 di X Factor vedrà riconfermati i giudici Fedez e Manuel Agnelli. Via Arisa e Alvaro Soler: al loro posto il grande ritorno di Mara Maionchi e la new entry Levante. Il cast definitivo annunciato da Sky Uno, Tv8 e RTL 102.5.

da , il

    I giudici di X Factor 11 sono: Fedez, Manuel Agnelli, Mara Maionchi e Levante. La grande attesa è terminata con l’annuncio di Sky Uno, Tv 8 e RTL 102.5, che hanno svelato il cast definitivo dell’edizione 2017 del talent show.

    Ma poco prima della notizia ufficiale, a solleticare la curiosità con una “soffiata” in piena regola è stato Fiorello, che ha bruciato le tappe anticipando tutti e indicando la riconferma di due nomi e l’ingresso di due donne. Nei giorni scorsi, le ipotesi intorno alla rosa dei giudici si sono rincorse senza sosta. Sono spuntati molti nomi del panorama musicale italiano, da Giusy Ferreri a Stash dei The Kolors, senza mai ricevere alcun ufficioso elemento di certezza. La vera novità di X Factor 2017 è Levante, la giovane cantautrice siciliana già definita erede artistica di Carmen Consoli. Per Mara Maionchi, invece, si tratta di un lieto ritorno sulle poltrone del talent.

    Fedez

    LaPresse

    Fedez, pseudonimo di Federico Leonardo Lucia, classe 1989, è un rapper e produttore discografico ormai di fama nazionale. Nel 2007 ha realizzato il suo primo EP Pat-a-Cake, mentre tre anni più tardi ha pubblicato il suo primo mixtape BCPT, a cui hanno collaborato artisti appartenenti alla scena rap italiana come Emis Killa, G. Soave e Maxi B. Recentemente ha avviato un’intensa collaborazione con J-Ax, con cui calca il palco di tanti concerti in tutta Italia. È fidanzato con la fashion blogger Chiara Ferragni, alla quale ha fatto una proposta di matrimonio eclatante durante il live all’arena di Verona.

    Manuel Agnelli

    LaPresse

    È il leader carismatico degli Afterhours, storica band d’avanguardia nel panorama alternative rock italiano. Nato nel 1966, scrive e compone brani da quando era giovanissimo. Il suo nome è inscindibilmente legato all’evoluzione dell’anima degli Afterhours, a cui ha dato un’impronta indelebile con un timbro vocale riconoscibile e convincente. La sua carriera musicale è iniziata nel 1985, proprio con la nascita del progetto Afterhours. La band ha pubblicato 11 album, in un crescendo di consensi anche da parte della critica che inizialmente non era stata molto magnanima. Agnelli è sposato e ha una figlia, Emma.

    Mara Maionchi

    LaPresse

    È considerata una vera istituzione nella discografia italiana, una bolognese doc, verace e dirompente. Classe 1941, è attualmente considerata la figura femminile di maggiore spicco nella discografia italiana. Produttrice affermata e ribelle, la sua è una presenza storica nella musica attraverso la produzione per major come Sony e Warner, ma anche con un’etichetta indipendente creata insieme al marito. Lui è Alberto Salerno, paroliere e produttore discografico, sposato nel 1976. Dalla loro unione sono nate due figlie, Giulia e Camilla. Ha due nipotini e una vita piena di successi professionali. Si tratta di una grande ritorno per il format: nel 2008 ha accettato il ruolo di giudice a X Factor, diventando volto storico del talent, prima di spostarsi ad Amici di Maria De Filippi.

    Levante

    LaPresse

    Il suo nome fa storcere il naso, soprattutto per la giovane età artistica della cantautrice di Caltagirone. Ma sarà proprio lei il quarto giudice di X Factor, ad affiancare i big della musica nazionale nella scelta del volto da proporre al pubblico come talento indiscusso del 2017. Il suo vero nome è Claudia Lagona, nata nel 1987 e con un nome d’arte che incuriosisce. A coniarlo, per gioco, è stata una sua amica. Lei, che artisticamente non proviene da alcun talent, sembra un prodotto sui generis per eccellenza, retaggio della vecchia discografia in cui non esisteva ancora la promozione delle major per emergere. E infatti Levante si è fatta le ossa proprio in modo antitetico alla comune evoluzione di tanti fenomeni pop.