Natale 2016

Violenza sulle donne: sempre più vittime fra le cougar

Violenza sulle donne: sempre più vittime fra le cougar
da in Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    Violenza

    Uomini contro donne: la violenza, questa volta, è cougar. Il termine letteralmente significa donna puma e viene usato per indicare la donna matura, over 40, single oppure divorziata, in cerca di una relazione con un uomo più giovane. A questo punto direte, cosa c’è di sbagliato? Nulla, se non altro che i giovani italiani disposti ad intraprendere questo tipo di rapporti, sempre più spesso lo fanno con l’intenzione di picchiare le donne. Lo studio è stato pubblicato dal Daily Beast e fotografa una situazione molto scoraggiante sulla recrudescenza della violenza nei confronti del sesso femminile che oggi passa anche attraverso canali nuovi. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

    Quando si parla di attacchi cougar si fa riferimento anche alle nuove possibilità aperte dal Web per entrare più facilmente in contatto con persone nuove e sfruttare siti internet per trovare il partner dell’età desiderata. Tuttavia, questi nuovi rapporti non sempre si concludono positivamente. Anzi, il numero delle storie di violenza sta aumentando sempre di più. Negli altri paesi la donna cougar, specialmente se ricca, viene vista come la gallina dalle uova d’oro.

    Da noi, invece, la ricerca di donne mature spesso nasconde il desiderio di far loro violenza. Sono sempre più frequenti queste situazioni e generalmente gli uomini prendono di mira le donne in cerca di conforto da altri cattivi rapporti.

    Questa notizia rende ancora più oscuro un quadro già poco gratificante: nel nostro paese si calcola che una donna su tre sia uccisa per mano di quegli uomini che un tempo dicevano di amarla. E se si prova ad analizzarli nel dettaglio, i dati diventano sconcertanti: nel 2013, ben 128 donne con età compresa tra i 15 e gli 89 anni sono state vittime di omicidio dei loro partner. Rispetto agli anni precedenti, però, la percentuale delle donne adulte e anziane vittime di violenza è cresciuta esponenzialmente nel 2013, a fronte di un drastico abbassamento dell’età dei carnefici.

    Oltre alle continue attività di sensibilizzazione come la celebrazione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, l’abbattimento dei pregiudizi e la parità di genere sono alcune delle chiavi per sconfiggere la natura malsana dei rapporti uomo donna. La presenza di ben otto ministre al governo è un aspetto fortemente simbolico per il nostro paese ma la strada da percorrere perché queste violenze cessino definitivamente è ancora lunga.

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Violenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI