Natale 2016

Violenza sulle donne: danni su salute e psiche, serve una task force

Violenza sulle donne: danni su salute e psiche, serve una task force
da in Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    violenza sulle donne in Italia

    La violenza sulle donne provoca danni su salute e psiche. Serve una task force per O.N.Da e l’OMS. Dai disturbi alimentari fino all’ansia e alla depressione, i dati rilevati a livello mondiale evidenziano una situazione molto grave. Solo in Italia le donne che hanno subito episodi di violenza sono milioni. Per frenare il dilagare di questo turpe fenomeno a Roma è stato organizzato un tavolo tecnico. Premiati gli ospedali che hanno messo a punto un protocollo rosa di pronto soccorso per le vittime ma è necessario procedere con la ratifica della Convenzione di Istanbul nei Paesi mancanti.

    I dati aggiornati sul fenomeno della violenza delle donne disegnano un quadro allarmante in cui, su scala mondiale, circa il 35% della popolazione femminile subisce violenza fisica o sessuale nel corso della vita. Più chiara può apparire la situazione se stringiamo il campo al nostro paese che tristemente occupa il 18° posto nella classifica dei paesi più violenti: ben sette milioni di donne solo in Italia hanno dovuto affrontare situazioni di questo tipo. Le conseguenze sullo stato fisico e psicologico della persona sono incalcolabili ed è per questa ragione che O.N.Da e l’OMS hanno riunito a Roma un tavolo tecnico, cui hanno partecipato parlamentari italiane e straniere. Una vera e propria task force contro la violenza sulle donne. Lo scopo è promuovere la ratifica della Convenzione di Istanbul nei Paesi mancanti.

    Gli studi internazionali hanno dimostrato quali sono le conseguenze che derivano dalle violenze subite dalle donne: fisiche, psicologiche e sociali che non si concludono con la fine dell’atto violento ma continuano a persistere anche nel lungo periodo. La vittima può accusare disturbi psichici, fisici, psicosomatici.

    La gravità dei sintomi può andare dai disturbi alimentari e dalla scarsa autostima, fino ad ansia, abuso di sostanze, patologie ginecologiche, disfunzioni sessuali. La violenza in gravidanza, seconda causa di morte, provoca danni anche nel cervello del nascituro. Violenza e abuso sessuale, inoltre, possono provocare disturbi mentali.

    Il rapporto dell’OMS ha evidenziato non solo le conseguenze che una violenza sessuale può comportare allo stato psicofisico della vittima ma ha sottolineato l’importanza delle Linee guida cliniche da adottare in casi come questi. Più di 60 ospedali con i Bollini rosa in Italia sono stati premiati per aver adottato un vero e proprio protocollo di pronto soccorso per le vittime e per tutti gli altri servizi dedicati all’assistenza delle donne che hanno subito violenza sessuale, oggi in numero sempre più alto tra le donne cougar.

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Violenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI