Veterinario salva un cane a un passo dalla morte, era ricoperto da 100.000 pulci

Canada, un veterinario salva un cane di 14 anni che stava per morire a causa delle pulci 'Mai viste così tante in 40 anni di lavoro'. Lavaggi e trasfusioni gli hanno salvato la vita, adesso si cercano i proprietari che rischiano accuse per crudeltà sugli animali

da , il

    Veterinario salva un cane a un passo dalla morte, era ricoperto da 100.000 pulci

    Un terrier di 14 anni, apparentemente uno dei tanti randagi sporchi e malnutriti, vagava da solo nell’isola di Vancouver, in Canada, quando è stato trovato e portato da un veterinario per ricevere aiuto.

    A prima vista il cane appariva solo molto sporco ma, dopo un attento esame, il medico e il suo staff si rendono conto che il problema è un altro. Non si trattava affatto di semplice sporcizia ma di un’ enorme infestazione di pulci,più di 100.000 : «Mai viste così tante in quarant’anni di lavoro» ha raccontato il veterinario alle tv locali.

    Le condizioni erano gravissime

    Dopo aver ottenuto i risultati delle analisi del sangue, i medici si accorgono che il cane era in condizioni davvero critiche. Stava rischiando di morire a causa delle oltre centomila pulci che gli succhiavano il sangue, provocandogli la perdita di oltre l’85% dei globuli rossi. «La sua percentuale di globuli rossi è scesa al 9%, quando normalmente un cane dovrebbe arrivare almeno al 40-50% ».

    Il primo lavaggio: sembra un “mare di sangue”

    La vista già terribile di Rascal –questo il nome dato al cane- è stata resa ancor più scioccante dopo il primo lavaggio, quando l’acqua ha assunto un colore ramato.

    «Quando le pulci bevono il sangue e finiscono nell’acqua, tendono ad espellere il sangue digerito – ha spiegato il veterinario – È come se si fosse di fronte a un mare di sangue».

    Una trasfusione per salvargli la vita

    L’unica soluzione per salvargli la vita era sottoporlo a una trasfusione e ad offrire il suo aiuto è stato uno dei dipendenti della clinica che ha messo a disposizione la sua femmina di Pastore Tedesco , Katie, adatta per fare da donatrice. Grazie alle trasfusioni e ai continui lavaggi, Pascal si è lentamente ripreso, arrivando anche a giocare con Katie. Ora che il cane è sulla via della completa guarigione le autorità locali stanno indagando su eventuali proprietari che ora rischiano accuse per crudeltà sugli animali. I proprietari di animali da compagnia, infatti, hanno sempre il dovere di fornire assistenza e trattamenti veterinari adeguati per i loro animali.

    Dolcetto o scherzetto?