Veronica Lario, cancellato assegno mensile: dovrà restituire 60 milioni a Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi non dovrà più versare l'assegno di mantenimento di 1,4 milioni al mese all'ex moglie Veronica Lario. Questo è quanto deciso dal Tribunale di Milano, applicando il principio secondo cui l'assegno di divorzio debba basarsi sui criteri di autosufficienza economica e non sul tenore di vita durante le nozze. Veronica Lario dovrà quindi restituire a Berlusconi circa 60 milioni di euro, pari ai soldi versati dal Cavaliere all'ex moglie dal 2014

da , il

    Veronica Lario, cancellato assegno mensile: dovrà restituire 60 milioni a Silvio Berlusconi

    Veronica Lario dovrà restituire circa 60 milioni di euro all’ex marito Silvio Berlusconi. La Corte d’Appello di Milano ha accolto l’istanza dell’ex premier di applicare il principio stabilito dalla Cassazione nella sentenza Grilli-Lowenstein, per la quale l’assegno di divorzio si basa sui criteri di autosufficienza economica e non il tenore di vita tenuto durante il matrimonio. In base a quanto stabilito, Veronica Lario si trova costretta quindi a restituire i soldi percepiti dal 2014 tramite l’assegno di mantenimento, che ammontano a circa 60 milioni di euro.

    Divorzio Berlusconi -Lario: l’ex moglie dovrà restituire 60 milioni di euro

    Nella disputa riguardo il divorzio milionario tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario, i giudici hanno deciso di accogliere l’istanza del Cavaliere, secondo cui l’ex moglie si dovesse considerare autosufficiente. Grazie ai beni in suo possesso (una liquidità pari a 16 milioni di euro, più i gioielli e le varie società immobiliari) Silvio Berlusconi ha sostenuto che l’ex moglie non avesse più bisogno dell’assegno di mantenimento, circa 1,4 milioni al mese in quanto gode di “una tranquillità economica ed autosufficiente”. Berlusconi non sarà quindi più costretto a versare all’ex moglie l’assegno di mantenimento, mentre Veronica Lario potrà ancora ricorrere in Cassazione per impugnare il provvedimento.