Usa, molestie sessuali sulle ginnaste: ex medico condannato. Rischia fino a 175 anni di prigione

Larry Nassar, ex medico della nazionale Usa di ginnastica è stato condannato da 40 a 175 anni per abusi sessuali. Tantissime le testimonianze delle atlete olimpiche che hanno parlato in aula, in uno dei processi più clamorosi degli ultimi anni, che ha portato anche al licenziamento di molti vertici della Confederazione di ginnastica americana. La giudice Aquilina: ' Ho appena firmato la tua condanna a morte'

da , il

    Usa, molestie sessuali sulle ginnaste: ex medico condannato. Rischia fino a 175 anni di prigione

    Larry Nassar, l’ex medico della nazionale Usa di ginnastica, è stato condannato fino a 175 anni di prigione per abusi sessuali. Questo è quanto ha stabilito un giudice del Michigan dove per diversi giorni si è tenuto il processo contro il medico, e si sono ascoltate le testimonianze delle vittime, alla presenza del loro stesso molestatore. Circa 160 ragazze hanno accusato di molestie sessuali l’ex medico , sul quale gravava già una sentenza di 60 anni di prigione per pedopornografia.

    Molestie sessuali sulle ginnaste, Simone Biles. “Anche io una sopravvissuta”

    L’assistente procuratore generale del Michigan Angela Povilaitis ha definito Nassar forse “il maggiore aggressore sessuale di minori nella storia”. Per la portata delle rivelazioni di questo caso, molti vertici della federazione di Ginnastica americana sono stati licenziati, con l’accusa di non aver denunciato in tempo le violenze.

    Sentencing of Dr. Larry Nassar
    Due atlete olimpiche della nazionale usa si abbracciano commosse dopo la lettura della sentenza di condanna / Ansa

    Tantissime le ginnaste e campionesse olimpiche presenti in aula. La prima ad accusare Nassar di abusi sessuali era stata Aly Raisman, seguita da Gabby Douglas e McKayla Maroney. Quest’ultima aveva anche rivelato di essere stata pagata dalla federazione di ginnastica per non denunciare le violenze di Nassar. Anche la quattro volte campionessa olimpica Simone Biles aveva rivelato ai social di essere stata vittima di Nassar: “Anche io sono una delle tante sopravvissute” ha scritto, raccontando di aver subito violenza alla stregua delle sue compagne di squadra della nazionale olimpica.

    La difesa del medico: “Non ci sono parole per descrivere il rammarico che provo”

    Inutili i tentativi di difesa del medico Larry Nassar, che, poco prima della lettura della sentenza si è rivolto alle vittime presenti in aula a pochi metri da lui, affermando che “Le vostre parole mi hanno scosso nel profondo”. Il medico poi ha proseguito, riconoscendo il male che aveva fatto, per il quale “Non ci sono parole per descrivere la profondità e la vastità del rammarico che provo”. Nessuna incertezza però è trapelata dalle parole del giudice, anzi, una giudice donna, Rosemarie Aquilina che ha condannato ad una pena da 40 a 175 anni di prigione Larry Nassar.

    La giudice che ha firmato la condanna:”Un onore e un privilegio”

    “Ho appena firmato la tua condanna a morte” ha affermato il giudice, alla lettura della sentenza. La giudice Aquilina, diventata subito un idolo per i giornali e i social statunitensi, ha sottolineato come per lei sia stato “un onore e un privilegio ascoltare queste sorelle sopravvissute, e un onore e un privilegio condannare” il medico.

    Dopo un processo durato 7 giorni, in cui tante, tantissime ragazze, hanno coraggiosamente raccontato gli episodi di violenza che avevano subito, la sentenza è arrivata con la giustizia. Abbracci, lacrime e commozione, tra le vittime in aula, che per anni hanno taciuto, spaventate, ma adesso possono dire “giustizia è fatta”.