Uomini che odiano le donne al cinema

Uomini che odiano le donne al cinema
da in Attrici, Cinema, Film, Libri
Ultimo aggiornamento:

    Un titolo che lascia un po’ perplessi quello del nuovo film Uomini che odiano le donne, un thriller che arriva dalla Svezia tratto dal libro Millenium che ha venduto oltre 8 milioni di copie in tutto il mondo.

    E’ stato definito il thriller più sorprendente dell’anno, questo nuovo film tratto dal primo capitolo della famosa trilogia Millenium di Stieg Larsson, che uscirà nelle sale il 29 maggio 2009.

    Immaginate che questo famoso romanzo, solo in Italia ha venduto 650.000 copie, e che sono attesi al cinema anche il secondo e terzo capitolo della trilogia, ovvero La ragazza che giocava con il fuoco, la cui uscita nelle sale è prevista per l’autunno 2009, e La regina dei castelli di carta che dovrebbe arrivare sul grande schermo a partire dalla primavera 2010.

    Pensate che in Svezia, dove il film è uscito nel mese di febbraio, e la febbre cinematografica è stata più forte che per molti altri bestseller editoriali, come il Codice da Vinci ed il piccolo maghetto Harry Potter.

    Ma da cosa proviene questo grande successo? Prima di tutto dalla trama del film un po’ giallo e un po’ thriller poliziesco.

    La storia parla di Harriet Vanger, scomparsa circa quarant’anni fa senza lasciare traccia. Il suo corpo non è mai stato ritrovato, ma lo zio è convinto che la donna sia stata assassinata, e che l’omicida sia un membro della famiglia.

    Proprio per questo, lo zio decide di assoldare un giornalista in crisi, Mikael Blomkvist e una sexy hacker, super tatuata e con una buona quantità di piercing sul corpo, che le donano un aspetto un po’ dannato e un po’ alternativo, per indagare sull’accaduto.

    I due dovranno scontrarsi contro l’ostinazione della famiglia Vanger a difendere i propri segreti, fino a comprendere di cosa siano capaci i membri di questa casa.

    Ma parliamo dell’affascinante Noomi Rapace, la vera rivelazione del film, che si è dimostrata all’altezza del ruolo di Lisbeth Salander.

    Quest’attrice autodidatta ha accettato immediatamente il ruolo, e pensate che come prima cosa ha modificato il suo look, tagliando i capelli e prendendo lezioni di pugilato per sfoggiare un fisico minuto m muscoloso.

    Dopo si è fatto una serie di piercing al naso, al sopracciglio, al labbro e alle orecchie e ha anche preso la patente della moto.

    Insomma, quello che vedete di Lisbeth è tutto vero, tranne l’enorme tatuaggio sulla schiena che appare molto bene in una scena di sesso.

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttriciCinemaFilmLibri
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI