Una cura contro i capelli bianchi

da , il

    Capelli bianchi: che stress! L’imbiancamento della chioma è sicuramente un problema fastidioso: ci costringe a sottoporci a tinture che, se costituite da componenti aggressivi nei confronti del fusto, spesso hanno l’effetto collaterale di danneggiare la fibra del capello.

    Ma il problema è ancora più pesante se si presenta in persone giovani, cosa che può accadere in seguito a patologie più frequenti di quanto si possa pensare come l’alopecia aerata.

    Ma ora, un gruppo di ricercatori americani sembra aver trovato una soluzione, quanto meno nei casi in cui questo problema non è dovuto all’età ma allo stress o a debilitazione fisica.

    Per le nuove generazioni, il problema della canizie dovuta a malattie potrebbe presto avere una soluzione, grazie agli scienziati delle Università di Manchester e Lubecca, che hanno sperimentato una molecola sintetizzata in laboratorio in grado di invertire il processo che conduce alla canizie. La molecola ha il potere di stimolare la produzione di melanina.

    Per il momento gli esperimenti sono stati eseguiti soltanto su campioni di capelli prelevati a donne tra i 46 4 i 65 anni. Il test non è ancora stato eseguito direttamente sulla chioma dei pazienti, ma i ricercatori sono fiduciosi nelle potenzialità e nelle nuove evoluzioni che la tecnica vedrà presto.

    Il loro sforzo sarà prevalentemente finalizzato alla messa a punto di terapie rivolte a tutti quei giovani e quei bambini che hanno subito un imbiancamento dei capelli in seguito a una malattia.

    Dolcetto o scherzetto?