Natale 2016

Uccise un’infermiera romena con un pugno, dopo 4 anni è già libero

Uccise un’infermiera romena con un pugno, dopo 4 anni è già libero
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    alessio-burtone

    Uccise un’infermiera romena con un pugno, dopo 4 anni è già libero. Nell’ottobre 2010 il romano Alessio Burtone uccide a pugni un’infermiera di origini romene, Maricica Hahaianu, presso la stazione metro di Anagnina. Ma a distanza di soli 4 anni dal terribile omicidio, Burtone è stato scarcerato e affidato ai servizi sociali. Uniche restrizioni cui è sottoposto al momento, il divieto di uscire la sera, il rientro obbligatorio entro le 20, il divieto di frequentare teste calde. Revocati quindi anche gli arresti domiciliari, concessi nel 2013.

    Quattro anni fa si era macchiato di un terribile omicidio ai danni di un’infermiera romena, Maricica Hahaianu, uccisa con un pugno presso la stazione metro di Anagnina. Ma da qualche giorno il giovane Alessio Burtone, condannato a suo tempo a 8 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale, è libero. Secondo quanto riportato dai legali Gian Antonio Minghelli e Fabrizio Gallo, la decisione di scarcerarlo anticipatamente sarebbe dovuta alla sua buona condotta e alla volontà dimostrata di lavorare. Diverso il parere del procuratore generale secondo il quale Burtone dovrebbe finire di scontare la sua pena considerato che “una giovane donna è morta per un suo scatto d’ira.”

    GUARDA IL CASO DI ESTORAI, UCCISA DAL MARITO PERCHE’ PARTORIVA SOLO FEMMINE

    L’omicidio avviene 4 anni fa presso la stazione ferroviaria Anagnina quando il giovane Alessio Burtone perde le staffe mentre attende il suo turno davanti a una tabaccheria. Infastidito da una signora romena, l’avrebbe insulta a suon di epiteti razzisti, “Sporca, romena”, quindi passa all’azione sferrandole un micidiale pugno. L’infermiera entra in coma irreversibile fino al decesso avvenuto all’incirca una settimana dopo.

    Burtone viene arrestato. Se in un primo momento viene condannato a 9 anni di carcere, la pena nel corso del tempo si è progressivamente ridotta e nel luglio 2014 è arrivata la condanna definitiva. Ma oggi Burtone è libero di circolare indisturbato con il solo obbligo di rientrare a casa entro le otto di sera.

    GUARDA IL CASO DI SANTA PUGLISI, UCCISA A 22 ANNI DA UN KILLER DI 18

    399

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI