Tulipani: come coltivarli

da , il

    I tulipani sono tra i fiori che sbocciano durante la primavera, in particolare da marzo a maggio. Siamo soliti pensare che i tulipani abbiano origini olandesi; in realtà questo fiore arriva dalla Turchia. I primi bulbi di tulipano arrivarono in Olanda nel 1635 e da allora questo paese europero è diventato il maggiore produttore di questi fiori.

    Il tulipano fa parte della famiglia delle Liliaceae. Esistono diverse specie di tulipani, classificati in base al colore e alla forma dei fiori. Il fiore del tulipano ha colori caldi e accesi (rosso, giallo, arancione, fucsia) e può essere monocolore, striato, sfumato, con fiori grandi o sfrangiati.

    Si possono piantare i bulbi dei tulipani in giardini, aiuole e terrazze, ma se non abbiamo la fortuna di possedere un giardino, è possibile anche coltivarli nei vasi, sui nostri balconi.

    Il periodo per piantare i bulbi di tulipano è l’autunno, tra ottobre e novembre. Per preservare il bulbo dal gelo invernale, il terreno va voi ricoperto con delle foglie secche. Il terreno ideale per piantare i bulbi deve necessariamente essere ricco di sostanze organiche, non umido e neppure argilloso o troppo compatto.

    Se volete coltivarli in un vaso, dovete acquistare la terra adatta in un vivaio e farvi consigliare il concime idoneo per il nutrimento. Ogni bulbo va piantato a circa 10-15 cm di profondità. I tulipani hanno bisogno di sole, ma vanno tenuti al riparo dalle correnti d’aria.

    Volete conservare a lungo i tulipani recisi? Ecco cosa dovete fare: nel vaso, insieme all’acqua, aggiungete qualche goccia di vodka. In questo modo, i tulipani dureranno di più.

    Nella fotogallery, potete ammirare delle bellissime immagini di tulipani.

    Foto: www.fioriate.it www.nonsoloabili.org www.corriere.it www.laubfrosch.it www.maxorso.com www.leggievai.it www.leiweb.it

    Dolcetto o scherzetto?