Treviso, uccide fidanzata incinta e la getta nel fosso: arrestato 21enne

da , il

    Treviso, uccide fidanzata incinta e la getta nel fosso: arrestato 21enne

    Una scoperta agghiacciante a Treviso, dove la polizia ha rinvenuto il corpo di una giovane ragazza senza vita: un 21enne ha confessato di aver ucciso la fidanzata incinta. Dopo di che l’ha gettata nel fosso. Il reo confesso è stato arrestato questa mattina. Un omicidio efferato quello del ragazzo che ha preso a sassate la fidanzata 20enne, al sesto mese di gravidanza. L’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite tra i due, moldavi ma da tempo in Italia. Gli investigatori della squadra mobile di Treviso, guidati da Claudio Di Paola, hanno subito diretto le indagini verso l’ex fidanzato della 20enne.

    Secondo le prime ricostruzioni sembra che i due non stessero più insieme da tempo, ma si erano incontrati perché la ragazza doveva informarlo sulla gravidanza, annunciandogli che il figlio era suo. Della donna non si avevano notizie da domenica, dal giorno in cui i due si sono dati appuntamento per chiarire la questione. Si sarebbero incontrati verso sera e da allora la famiglia della giovane non aveva più avuto notizie. Poi la macabra scoperta della Polizia nella notte tra mercoledì e giovedì: quel corpo riverso per terra in un fossato. I sospetti degli investigatori si erano subito concentrati su di lui. E’ stato l’omicida a condurre i poliziotti al luogo dove aveva abbandonato la vittima. Lì infatti, dopo averle lanciato una pietra, ha gettato il cadavere. Il ragazzo lavora presso alcuni hotel del coneglianese ed è studente al quarto anno in una scuola media superiore. E’ stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per omicidio.

    SCOPRI COSA DICE LA NUOVA LEGGE SUL FEMMINICIDIO CHE INASPRISCE LE PENE

    Chi era la vittima

    La ragazza vittima della brutale follia omicida aveva solo 20 anni ed era al sesto mese di gravidanza. Era di origine moldava, come il suo assassino, ma viveva da tempo in Italia. Prestava servizio presso alcuni hotel intorno a Conegliano, nella provincia di Treviso. Secondo le prime ricostruzioni il fidanzato l’avrebbe strangolata al termine di una lite, dopo di che ha deciso di sbarazzarsi del corpo della ragazza.

    Ancora l’ennesima vittima della sopraffazione maschile. Ancora una donna che ha perso la vita per mano di un ex compagno che un giorno si è trasformato in uno spietato omicida. In questo caso, duplice omicida: della donna e del figlio che aveva in grembo.