Natale 2016

Tragedia a Benevento: bimba di 10 anni trovata morta nella piscina di un casale

Tragedia a Benevento: bimba di 10 anni trovata morta nella piscina di un casale

L'autopsia conferma che è stata violentata e gettata in acqua

da in Attualità, Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Tragedia a Benevento: bimba di 10 anni trovata morta nella piscina di un casale

    E’ stata eseguita l’autopsia sul corpo della piccola Maria, la bambina di 10 anni ritrovata morta e nuda nella piscina di un casale a San Salvatore Telesino (Benevento). Purtroppo ci conferma l’orrore, ciò che non volevamo sentir dire: Maria sarebbe stata prima violentata e poi gettata nella piscina del resort Borgo San Manno, dove è annegata perchè non sapeva nuotare. Il primo esame del medico legale aveva dedotto che Maria era morta per asfissia e così in effetti è stato. Non sono state rilevate nell’autopsia nè contusioni nè ematomi, segno che non ha colpito i bordi della piscina. Il piccolo paese è sotto shock, così come i due poveri genitori, un operaio e una badante, entrambi di origini romene, da molti anni residenti nella provincia di Benevento. Il padre, che chiede una giustizia rapida per il terribile omicidio, dice che sua figlia mai si sarebbe allontanata da sola o per lo meno con chi non conosceva.

    La bambina era ad uno spettacolo di cabaret con i suoi genitori. Verso le 19.30 si allontana e dice al padre “vado in chiesa”, luogo che frequentava spesso, e da lì non è più tornata. Faceva la chierichetta e in parrocchia avrebbe dovuto svolgersi domenica la processione di Sant’Anselmo. Intorno alle 20 il padre dà l’allarme della scomparsa e iniziano le ricerche. Sarà però verso la mezzanotte che, quasi per caso, viene avvistata: la titolare di un pub del paese dalla sua finestra vede il piccolo corpo galleggiare nella piscina del casale, non distante dalla piazza del paese. In questo agriturismo generalmente si tengono ricevimenti, matrimoni, comunioni, ma domenica sera era chiuso.
    A bordo piscina erano stati ritrovati gli indumenti e le scarpe della bambina.
    In un primo momento i Carabinieri hanno interrogato alcuni giostrai presenti in zona per la processione, che però poi è stata rinviata a causa della pioggia.

    casale bambina morta benevento

    Per adesso è indagato un giovane 21enne romeno amico dei genitori di Maria: si chiama Daniel ed è stato l’ultimo a vederla viva. Il suo interrogatorio permette di ricostruire le ultime ore di vita della bambina.

    Daniel avrebbe incontrato Maria quando è uscita dalla chiesa. Lei conosceva bene il ragazzo ( il padre gli affidava lavori di manutenzione agricola e frequentava la casa) e parlavano la stessa lingua, dunque si fidava di lui. Prima Daniel avrebbe detto di tenerle compagnia, dopo le ha chiesto di accompagnarlo nella vicina Telese Terme, dove aveva un appuntamento con la sorella. E’ così che l’avrebbe fatta salire sulla sua macchina, ma sono scesi poco dopo perchè la strada era bloccata. A quel punto, secondo la ricostruzione del giovane, Maria sarebbe stata riaccompagnata davanti alla parrocchia e lì sarebbe rimasta con altre bambine. Questo il suo racconto dei fatti, secondo cui la serata di Daniel sarebbe poi continuata fino alle due di notte ad una festa vicino al Lago di Telese. Le indagini non si fermano,l’operaio romeno è per ora indagato per omicidio e violenza sessuale.

    R.I.P. piccola Maria


    GUARDA I CASI ANCORA IRRISOLTI SUI MINORI SCOMPARSI

    615

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI