NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Tiziana Cantone, assolti gli indagati: l’archiviazione è l’unica giustizia?

Tiziana Cantone, assolti gli indagati: l’archiviazione è l’unica giustizia?

Cinque ragazzi sono stati scagionati dall'accusa di aver diffuso i video privati della giovane suicida. Per loro il gip di Napoli ha disposto l'archiviazione. A denunciarli fu proprio Tiziana, nel 2015, poco prima di finire nel vortice della disperazione senza ritorno.

da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Tiziana Cantone, assolti gli indagati: l’archiviazione è l’unica giustizia?

    Cinque ragazzi sono stati assolti dall’accusa di diffamazione nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Tiziana Cantone, la 31enne che si era suicidata dopo essere finita sul web come protagonista di alcuni filmati pornografici. Per gli indagati, e per il padre di uno di loro, il gip di Napoli, Tommaso Perrella, ha disposto l’archiviazione. Il magistrato ha disposto un supplemento di indagine, chiedendo alla Procura di verificare la sussistenza di eventuali responsabilità del legale rappresentante di Facebook Italia. La richiesta rientra nella presunzione di una violazione della privacy da parte del social network: nonostante Tiziana avesse invocato il diritto all’oblio e la cancellazione dei link nulla è stato fatto per la rimozione immediata di quelle immagini. L’effetto virale è stato devastante e la ragazza non ha retto al tritacarne mediatico che l’ha divorata.

    Fu proprio Tiziana Cantone, poco prima di morire, a denunciare per diffamazione gli indagati, ora assolti da ogni accusa. Giuseppe Marazzita, legale di Teresa Giglio, madre della giovane, ha dichiarato che il reato contestato sussiste, e che nessuno cerca un capro espiatorio. La madre di Tiziana ha puntato il dito contro la magistratura: “Se mia figlia è morta la colpa è dei magistrati che non hanno fatto il loro dovere”.
    L’istanza di archiviazione del procedimento a carico dei 5 giovani e del padre di uno di loro, intestatario di una scheda sim, era stata presentata al gip dalla Procura di Napoli.

    Sul fronte della non cancellazione dei video dal web, il Tribunale civile di Aversa si era espresso contro Facebook, che non aveva ottemperato alla diffida presentata da Tiziana Cantone. La giovane suicida aveva in tutti i modi tentato di arginare la mole di insulti e volgarità scatenate online, riducendosi anche a una sorta di clausura. Sarebbero state proprio la disperazione e la depressione a portarla al suicidio.

    Tiziana Cantone si è suicidata nel settembre 2016, e intorno alla sua tragica morte si sono aperte le più feroci polemiche: come salvarsi dalla cattiveria umana e da quella del web? Il suo caso ha fatto il giro del mondo, simbolo di un cyberbullismo senza scrupoli. I video intimi di Tiziana sono stati diffusi senza il suo consenso e si fidava ciecamente di chi invece l’ha data in pasto al circo spietato della rete.

    Non avrebbe certo mai immaginato di fare questa fine.
    Contestualmente all’obbligo di rimozione delle immagini online per alcuni social, tra cui Facebook, il magistrato aveva anche disposto che la 31enne doveva pagare 20mila euro complessivi come risarcimento in favore di 5 siti web che erano stati assolti. Anche questa sconfitta potrebbe aver inciso profondamente sulla già compromessa situazione psicologica di Tiziana. Citynews, Youtube, Yahoo, Google e Appideas avrebbero dovuto ricevere una somma di 3.645 euro ciascuno per le spese legali, oltre al rimborso delle spese generali nella misura del 15% in quanto avevano già provveduto a rimuovere i video.

    Quale giustizia per Tiziana Cantone? E’ un interrogativo che sorge spontaneamente, ripercorrendo la sua storia di ragazza bella e fragile, vittima di una macchina senza cuore più grande di lei. Vittima della cattiveria dell’uomo, che nulla ha fatto per ascoltare il grido disperato in quella violenza senza autore.

    625

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne
    PIÙ POPOLARI