Time, personaggio dell’anno è il movimento contro le molestie #metoo

Il Time ha eletto il movimento contro le molestie #metoo e le Silence breakers come personaggio dell'anno 2017. La rivista ha deciso di premiare un movimento che da virale è riuscito a diventare 'una resa di conti collettiva, nata però come atto di coraggio individuale'. La copertina vede protagoniste 5 donne - in rappresentanza delle milioni nel mondo- che hanno avuto il coraggio di denunciare molestie e abusi.

da , il

    Time, personaggio dell’anno è il movimento contro le molestie #metoo

    Il movimento #metoo è il personaggio dell’anno secondo la rivista Time. L’autorevole testata ha incoronato le “Silence breakers”le donne che hanno rotto i silenzio e denunciato le molestie sessuali-dal caso Harvey Weinstein in poi- come personaggio dell’anno 2017. L’hastah #metoo da virale si è trasformato in un movimento vero e proprio, diventando- come sottolinea il Time nella motivazione della scelta- “una sorta di resa dei conti collettiva: nata però come atto di coraggio individuale”.

    La copertina del Time dedicata alle Silence breakers

    Cinque donne, cinque portabandiere del movimento femminista dello show-business ma non solo, sono le protagoniste della copertina del Time dedicata al personaggio dell’anno. Cinque donne a rappresentare tutte le altre nel mondo che , come loro, hanno avuto il coraggio di denunciare molestie o abusi. Grazie al loro coraggio e alle loro azioni, spiega il Time, insieme a quelle di centinaia di altre donne e uomini, “sono riuscite a provocare uno dei cambi culturali più repentini dagli anni ’60″.

    Le cinque protagoniste della copertina del Time

    Dall’attrice Ashley Judd, una delle prime a denunciare il produttore Harvey Weinstein, alla cantante Taylor Swift che ha ottenuto la condanna di un uomo che le aveva toccato il sedere. Sulla copertina troviamo inoltre Susan Fowler, dipendente di Uber che con le sue denunce per molestie ha portato al licenziamento una ventina di dipendenti, compreso il CEO dell’azienda stessa, e Adama Iwu, creatrice del sito “We said enough”( Abbiamo detto abbastanza) per denunciare le molestie nel lavoro e in politica. Quinta Silence Breaker è Isabel Pascual – sebbene non sia il suo vero nome- che ha esposto pubblicamente le minacce ricevute per aver denunciato molestie sul posto di lavoro.

    #metoo, personaggio dell’anno per la rivista Time

    La celebre rivista, che ogni anno celebra nell’ultimo numero “la persona o le persone che più hanno influenzato, nel bene o nel male, le nostre vite e il mondo dell’informazione”ha messo al secondo posto Donald Trump ( al primo posto nel 2016), terzo posto invece per il presidente cinese Xi Jinping. Il movimento #metoo, che ha ispirato la versione italiana #quellavoltache, è stato e continua tutt’ora ad essere utilizzato da milioni di persone in oltre 85 paesi. Il Time ha deciso così di premiare il successo , il coraggio e la forza del movimento #metoo “per aver dato voce a segreti che erano sotto gli occhi di tutti, per aver costretto tutti noi a smettere di accettare l’inaccettabile”.