Natale 2016

Terni, bambino di 6 anni violentato dalla madre e dal compagno: arrestati

Terni, bambino di 6 anni violentato dalla madre e dal compagno: arrestati
da in Attualità, Bambini, Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Terni, bambino di 6 anni violentato dalla madre e dal compagno: arrestati

    Una storia agghiacciante: a Terni un bambino di 6 anni è stato violentato dalla madre e dal compagno. Entrambi sono stati arrestati.Questa la triste realtà di un bambino giunto in Italia dalla Romania da pochi mesi e costretto a vivere segregato in casa con una madre che si prostituiva e un compagno violento. Non frequentava la scuola come tutti i bimbi della sua età, ma stava rinchiuso in quell’inferno da mattina a sera. Obbligato sia ad assistere ai rapporti sessuali che la madre intratteneva coi clienti e purtroppo a anche a subire vessazioni fisiche e psicologiche da parte della made e del convivente.

    La storia terribile è venuta fuori grazie ad una segnalazione dei vicini di casa, insospettiti dai continui pianti del piccolo.
    E’ così che finalmente la squadra mobile di Terni ha potuto far luce sulla vicenda ed arrestare i due: entrambi romeni, lui di 30, lei di 25 anni.

    LEGGI I CASI PIU’ ECLATANTI DI INFANTICIDIO

    L’operazione “Angelo“, coordinata dal sostituto procuratore Elisabetta Massini, che ha messo fine all’incubo ha dato alla luce particolari sconvolgenti. Il bambino, non potendo frequentare la scuola, era obbligato ad assistere ai rapporti sessuali della madre, sia quelli coi clienti che con il compagno. Molto probabilmente volevano avviarlo alla prostituzione minorile. Non solo questo ha dovuto subire il povero bambino, ma anche violenze di tipo psicologico. I due adulti infatti oltre a picchiarlo, lo umiliavano facendolo girare in casa nudo e chiamandolo con nomignoli femminili per annullare la sua personalità. Il convivente inoltre lo avrebbe anche percosso più volte. Una crudeltà che stentiamo a credere, sia perché a danno di un bimbo indifeso, sia perché uno dei due mostri è la madre, la donna che l’ha messo al mondo.

    Eppure purtroppo i casi di cronaca narrano anche di madri che fanno del male o arrivano ad uccidere i propri figli, o come abbiamo letto pochi giorni fa del padre affetto da Munchausen che ha soffocato la bambina di 3 mesi.

    Ora che i due sono stati arrestati per violenza e maltrattamenti dalla Polizia di Terni con un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, il bambino è rimasto senza famiglia. I suoi parenti sono infatti in Romania. Per il momento quindi il Tribunale dei minori ha deciso di collocarlo in una struttura per minorenni, in attesa del ricongiungimento coi nonni, che attualmente sono in Romania.
    Ora grazie a quella segnalazione anonima dei vicini e l’arresto dei due, l’inferno che viveva in quell’appartamento il bambino, è terminato. Per lo meno è finita la spirale di violenza. Adesso ci auguriamo che presto possa vivere la vita normale di un bambino, com’è giusto che sia, anche se sarà difficile dimenticare l’orrore.

    578

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàBambiniCronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI