Talassoterapia: il benessere viene dal mare

da , il

    Manca poco: ancora due settimane circa e saremo in agosto. Agosto è per eccellenza il mese per le vacanze. C’è chi parte per il mare, altri per la montagna, altri ancora preferiscono la campagna o i laghi. Sapevate che il mare può essere un valido alleato contro le malattie e lo stress?

    Avete mai sentito parlare di “talassoterapia“? Provate a pensare alla dea greca Venere: nel quadro di Botticelli viene rappresentata durante la sua nascita: esce dalle onde del mare, all’interno di una conchiglia. E se anche noi potessimo divenire delle dee della bellezza usufruendo dei benefici del mare?

    Non è un’utopia, si può fare: nel 1700 Richard Russel divulgò un metodo che utilizzava le proprietà terapeutiche e curative dell’acqua marina. Tale metodica si chiama talassoterapia e utilizza l’acqua, la sabbia e i fanghi.

    La talassoterapia viene praticata in moltissimi centri abilitati che offrono numerosi trattamenti: immersioni nell’acqua di mare, passeggiate in vasche ricolme di acqua marina, docce e pediluvi, bagni e massaggi a base d’alghe e sabbiature. E’ utile in caso di artrosi, artrite, dermatiti, psoriasi, bronchiti e per la riabilitazione dopo i traumi fisici. E’ inevece sconsigliata nel caso in cui si soffra di disturbi cardiovascolari o problemi al sistema nervoso.

    La talassoterapia ci aiuta anche a combattere lo stress e l’ansia. Se ne erano accorti anche gli antichi Greci e i Romani che amavano molto frequentare le terme. Non dimentichiamoci che la talassoterapia è ottima per i trattamenti estetici: l’acqua marina facilita la dilatazione dei pori della pelle che, in questo modo, assorbirà più rapidamente gli oligoelementi. Risulterà così più levigata e tonica.

    Tutti possono usufruire dei benefici di questa terapia, soprattutto anziani e bambini: i primi per migliorare lo stato di salute generale e i più piccoli per curare e prevenire le malattie da raffreddamento.