Natale 2016

Svezia, 3 figlie segregate in casa dalla madre da oltre 10 anni

Svezia, 3 figlie segregate in casa dalla madre da oltre 10 anni
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    segregate-in-casa

    Svezia, 3 figlie segregate in casa dalla madre da oltre 10 anni. E’ accaduto nella cittadina di Bromolla, in Svezia, dove una signora 59enne teneva segregate in casa le sue 3 figlie di 23, 24 e 32 anni. Ad allertare le forze dell’ordine svedesi una chiamata anonima, probabilmente effettuata da un vicino di casa. La madre è stata immediatamente arrestata, nonostante il tentativo di fuga, mentre le sorelle, dopo più di 10 anni di prigionia, hanno finalmente potuto uscire allo scoperto e rivedere la luce del sole. Un sequestro che ha dell’incredibile, considerato che l’aguzzina era loro madre. Ma finalmente l’incubo è finito!

    La madre 59enne le teneva segregate nel suo piccolo bilocale di 65 metri quadrati, chiuse dietro una porta blindata, costrette a dormire su vecchi materassi, private persino della televisione. A quanto pare non voleva che avessero alcun rapporto con i padri, per questo le teneva lontane dal mondo. Un incubo durato troppo a lungo, le 3 sorelle di 32, 24 e 23 anni, vittime della follia di una madre sconsiderata ed evidentemente problematica, non vedevano la luce da oltre 10 anni.

    GUARDA I CASI PIU’ ECLATANTI DI INFANTICIDIO

    A smascherare la donna probabilmente un vicino di casa, come confermato dal portavoce della Polizia di Bromolla: “Ci è arrivata una chiamata da una persona che ci diceva che in quell’appartamento erano segregate 3 donne da oltre 10 anni. A quel punto abbiamo deciso di intervenire”. Nonostante il tentativo di fuga, la madre è stata immediatamente arrestata.

    Nel frattempo uno dei presunti padri delle vittime ha rilasciato un’intervista a un quotidiano svedese, dichiarando di averle cercate per 17 anni: “E’ da 17 anni che cerco invano le mie tre figlie”. La madre solo di recente si era trasferita a Bromolla, dopo essersi spostata per anni da una città all’altra nel tentativo di seminare i padri delle ragazze. Al momento sono in corso ulteriori accertamenti sul caso al fine di fare luce sulle dinamiche della vicenda.

    GUARDA IL CASO DELLA MAMMA BLOGGER CHE HA UCCISO IL FIGLIO CON IL SODIO

    393

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI