Sofia Rocks-Inviato Speciale: online la quinta ed ultima puntata sul mondo universitario

da , il

    Online la quinta ed ultima puntata di Sofia Rocks-Inviato Speciale: l’avventura si conclude con l’ultimo episodio “Fuori sede” sul mondo universitario. La web serie condotta dalla video blogger Sofia Righetti affronta l’ultimo viaggio nel mondo accademico dopo aver collezionato un grande successo: oltre 20mila le visualizzazioni ai suoi video.

    In questa puntata la 27enne esplora la Bologna universitaria, realtà che lei già conosce perché proprio nel capoluogo emiliano ha completato i suoi studi accademici vivendo 5 anni da studentessa fuori sede.

    Adesso ci torna per raccogliere storie degli studenti con disabilità e raccontare le esperienze di chi fa della solidarietà un valore anche al di fuori del proprio percorso di studi.

    Tra gli ospiti, il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini, lo scrittore che ha inventato gli “umarells” Danilo Masotti e Franco Berardi, filosofo e leader del ’77 bolognese.

    GUARDA LA QUARTA PUNTATA DI SOFIA ROCKS: DISABILITA’ E ARTE

    L’Università bolognese per la disabilità

    Sofia sa che l’Università bolognese promuove il sostegno allo studio per le persone disabili, perché lo scorso luglio si è laureata in Scienze Filosofiche. Come spiega infatti il Rettore Francesco Ubertini, Unibo mette a disposizione dei suoi iscritti il “Servizio studenti con disabilità”, per affiancarli dal loro ingresso e durante tutto il percorso di studi. Questo servizio non solo è risultato utile a Sofia, ma le ha anche permesso di stringere nuove amicizie. E’ il caso della studentessa Camilla Di Pace, secondo ospite della puntata, ragazza non vedente che si è laureata al Dams. Sono circa 800 gli studenti con disabilità che studiano negli atenei di Bologna. Le vere conquiste fatte all’università, ricorda Sofia, più che gli esami sono state le amicizie, le esperienze di vita, la condivisione dei momenti belli e brutti. Gli stessi che raccontano alcuni amici di Sofia nella puntata: Anna, Lorenzo e Rebecca parlano della loro vita da studenti a Bologna, che non è la loro casa e della convivenza con altri universitari.

    I luoghi per gli universitari: condivisione e scambio

    Il viaggio di Sofia prosegue mostrando tutto ciò che sta intorno al mondo universitario bolognese, come il locale Senza Nome, gestito da persone sorde. Qui c’è Danilo “Maso” Masotti, l’inventore degli “umarells”, i pensionati che sorvegliano i cantieri della città. Per Masotti Bologna, grazie ai migliaia di fuori sede, ha un “ricambio totale di sangue” che dona alla città una nuova energia: portano novità, altra cultura.

    C’è un altro luogo di aggregazione per gli universitari che Sofia ci mostra: il centro sociale Làbas. E’ gestito da ragazzi e studenti e vissuto in modo solidale da tutto il quartiere, dove la condivisione e lo scambio sono alla base di ogni attività. Qui incontra un frequentatore del locale, nonché scrittore e filosofo Franco “Bifo” Berardi, leader del movimento del ‘77 bolognese.

    SCOPRI DI PIU’ SU SOFIA ROCKS-INVIATO SPECIALE: LA PRIMA WEB SERIE SULLA DISABILITA’

    Studiare è un diritto

    Il filo conduttore degli interventi gli ospiti è che l’università non è solo studio, ma una vera e propria esperienza di vita.

    Studiare è un diritto: come ricorda Sofia non è solo nella nostra Costituzione, ma ora anche nella Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità. Sofia lo sa bene perché questo è stato l’argomento della sua tesi di laurea!.

    Termina così la web serie sulla disabilità in 5 puntate della video blogger Sofia Righetti, prodotta da Filandolarete e da Agenda. Le 5 puntate sono visibili sul sito Pourfemme nell’apposita Playlist.

    Ecco il riepilogo:

    1^ puntata ‘Traguardi’ dedicata allo sport e disabilità

    2^ puntata ‘Amore disperato’ su affetto e sessualità

    3^ puntata ‘Lavorare stanca’ dedicata al lavoro

    4^ puntata ‘Artisti si diventa’ dedicata all’arte

    5^ puntata ‘Fuori sede’ dedicata al mondo della formazione e delle Università.