Significato dei fiori: le Camelie

da , il

    Le Camelie sono originarie della Cina e del Giappone. Secondo un’antica leggenda orientale, la Camelia è nata a Honsu, un’isola sacra dove viveva Amaterasu, la nipote del sole. In Europa le Camelie arrivarono solo nel XVIII secolo grazie ad un naturalista inglese, James Cunningham, che si trovava in Cina e che spedì a Londra alcune piante. In Cina la pianta della Camelia era chiamata “l’albero dalle foglie lucenti”. La Camelia divenne molto popolare quando nel 1848 Alexandre Dumas figlio scrisse il romanzo La signora delle Camelie che ispirò anche La Traviata di Giuseppe Verdi.

    Da allora il fiore della Camelia fu utilizzato per adornare gli abiti femminili.

    Coco Chanel utilizzava il fiore della Camelia per adornare i tailleur, mentre agli inizi del 900’ le piante di Camelie venivano piantate in quasi tutti i giardini pubblici e privati.

    Se volete vedere dei giardini con meravigliose piante di Camelie potete visitare il lago Maggiore.

    Quale significato ha la Camelia nel linguaggio dei fiori? La Camelia rappresenta la bellezza e la superiorità. Si può regalare ad una persona che si stima molto.

    Volete conoscere una leggenda orientale riguardante la Camelia?

    Tanto tempo fa, sull’isola Honsu, dove viveva la nipote del sole, c’era una giovane donna fidanzata con un marinaio. Un giorno la donna chiese al fidanzato di portarle, di ritorno da uno dei tanti viaggi, dei semi di Camelia.

    L’uomo partì, ma rimase lontano due anni senza dare sue notizie. La donna, disperata, si suicidò, annegando in mare. Quando il marinaio ritornò, aveva con sè i semi di Camelia, che fece piantare attorno alla tomba della fidanzata.

    Dopo poco tempo crebbe un boschetto di Camelie che circondò la tomba, ma nessuno mai osò raccoglierne i fiori perchè lo spirito della povera donna ne avrebbe sofferto.