Significato dei fiori: il Mirto

da , il

    Conoscete il Mirto? Ne avrete sicuramente sentito parlare: si tratta di una pianta che cresce in quasi tutte le zone mediterranee, in particolar modo in Italia, Spagna, Grecia, e Francia meridionale. Se ne trovano anche alcuni esemplari nellle zone costiere del sud dell’Inghilterra e dell’Irlanda. Appartiene alla famiglia delle Myrtaceae
e comprende circa 3000 specie che si trovano non solo nelle zone mediterranee, ma anche in zone tropicali. Qui in Italia è molto diffusa soprattutto in Sardegna; è una pianta cespugliosa, che forma delle macchie insieme a Ginepri, Corbezzoli ed altre piante simili che formano la conosciuta macchia mediterranea. Il Mirto fiorisce a giugno, producendo dei fiorellini bianchi, mentre da novembre a gennaio spuntano le bacche.

    Il Mirto, nel linguaggio dei fiori, rappresenta il desiderio, la vitalità e la passione amorosa. In Inghilterra è utilizzato come buon auspicio per un matrimonio duraturo se viene inserito nei bouquet delle spose. Anche in Germania il fiore di Mirto è considerato di buon auspicio per le nozze.

    Il Mirto è legato ad alcune leggende.

    Myrsine era una ragazza greca molto brava nell’atletica. Un giorno il dio Pallade la trasformò in un albero perchè aveva superato un ragazzo in alcune discipline atletiche. L’albero fu chiamato Mirto.

    Da allora i vincitori delle gare atletiche si mettevano delle coroncine di Mirto sulla testa.

    Il Mirto è legato anche alla dea Venere: secondo le Metamorfosi di Ovidio, Venere dopo essere nata dalla schiuma del mare, essendo completamente nuda, andò a ripararsi dietro un cespuglio di Mirto perchè si era accorta che un satiro la stava osservando.

    Gli antichi Romani si riconciliarono con i Sabini, dopo il famoso ratto delle Sabine, e per festeggiare piantarono due alberi di Mirto ai piedi del Campidoglio.

    Dolcetto o scherzetto?