Natale 2016

Sassari, dà fuoco alla moglie che voleva lasciarlo

Sassari, dà fuoco alla moglie che voleva lasciarlo
da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Sassari, dà fuoco alla moglie che voleva lasciarlo

    Terribile femminicidio a Sassari: un uomo dà fuoco alla moglie che voleva lasciarlo. E’ successo questo notte nell’immediata periferia di Sassari,in una villetta in località Trunconi, dove i due coniugi abitavano, ormai separati in casa da tempo. Per questo la donna, Angela Doppiu, 66 anni, nel pomeriggio si era recata dall’avvocato, aveva dato il via alle pratiche di separazione legale. In tarda serata la donna avrebbe comunicato al marito, Nicola Amadu, le sue intenzioni di procedere successivamente con il divorzio. La reazione dell’uomo è stata violentissima: l’ha presa a calci e pugni, lasciandola a terra. Si è recato nel capannone degli attrezzi, ha preso una tanica di benzina da 5 litri e l’ha gettata addosso alla moglie.

    Nonostante fosse a terra, la donna è riuscita a scappare, a dirigersi verso la porta dell’appartamento, ma purtroppo la sua corsa è finita dopo poco. Appena sulla strada verso Ittiri , a pochi passi dalla loro villetta, la donna sarebbe stata raggiunta e arsa viva. E’ morta carbonizzata poco dopo.

    Un fatto agghiacciante, orribile, compiuto per mano di un uomo che era sposato con la vittima da 40 anni. Una vita insieme che aveva donato loro due figli e che il raptus di violenza ha cancellato con un brutale assassinio. Amadu ha chiamato successivamente la Polizia e uno dei due figli confessando l’atroce omicidio. Sul luogo del delitto sono intervenuti anche i Carabinieri della Compagnia di Sassari. L’uomo è stato arrestato.

    I figli hanno invece assistito impotenti alla scena raccapricciante, per la loro madre non c’era più niente da fare.

    Ovviamente non ci sono ulteriori commenti da fare, solo continuiamo a chiederci “perché”. Un evento tragico che ci riporta alla mente la terribile fine di Sara Di Pietrantonio, la 22enne bruciata viva dall’ex fidanzato a Roma.

    Sabato prossimo sarebbe stato giusto in programma a Sassari un incontro del Progetto “Camper”, avviato il 2 luglio scorso dal Dipartimento della Polizia di Stato: “Questo non è amore“, la campagna contro il femminicidio. Il corpo della Polizia, sempre molto attenta ai fenomeni del femminicidio e dei maltrattamenti in famiglia, ha organizzato da quest’estate fino alla fine del 2016, una serie di incontri per fornire consigli utili ed un supporto qualificato alle donne vittime di violenza. Presenti medici, psicologi e rappresentati della rete antiviolenza.
    Angela Doppiu purtroppo non parteciperà, perché ennesima vittima della mano feroce e assassina del proprio compagno.
    R.i.p

    VIOLENZA SULLE DONNE: A CHI CHIEDERE AIUTO

    529

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI