Sanremo 2011, quarta serata: Ely, De Niro e la traduzione

Sanremo 2011, quarta serata: Ely, De Niro e la traduzione
da in Attori, Celebrità Italiane, Cinema, Eventi, Gossip, Musica, Primo Piano, Televisione, interviste
Ultimo aggiornamento:

    Quarta serata di Sanremo 2011 dedicata ai duetti e ai superospiti. Sul palco dell’Ariston si sono avvicendati superstar della canzone, come il redivivo gruppo dei Take That al gran completo (Robbie Williams incluso) e divi del cinema come la splendida Monica Bellucci e il pluripremiato Robert De Niro. I due attori giustificavano il loro transito sanremese con la doverosa pubblicizzazione del film Manuale d’Amore (3° capitolo) del regista Giovanni Veronesi, in cui recitano entrambi e, peraltro, sono protagonisti di una scena romantica piuttosto intensa che culmina in un bacio appassionato.

    Della Monica nazionale (ormai naturalizzata francese per motivi matrimoniali, oltre che professionali, ma senza la spocchia di Carlà) si è entusiasticamente occupato Gianni Morandi da solo, evidentemente felicissimo di poter dare un’occhiata dal vivo alla opulenta scollatura della bella diva di origine umbra. Del grande attore americano, invece, essendo De Niro di lingua madre inglese, se ne sono occupati in due, il Morandi ed Elisabetta Canalis, in qualità, quest’ultima, di traduttrice simultanea, essendo una assidua frequentatrice di star hollywoodiane con cui dialoga/rebbe in inglese, appunto.

    Se già l’intervista con la Bellucci non era stata brillantissima, causa evidente smottamento ormonale del conduttore, quella all’interprete di Taxi Driver e Il Cacciatore (cito di proposito pellicole di molto tempo fa, perchè obiettivamente, nel tempo le scelte cinematografiche di De Niro hanno disceso una china difficilmente recuperabile) è stata imbarazzante. Ora, passino le domandine insulse e l’inevitabile riferimento alle origini italiche dell’attore, ma, almeno, cercare di produrre una sequenza di una certa fluidità sarebbe stato auspicabile.

    Il culmine si è raggiunto quando la Canalis – il cui inglese avrebbe, evidentemente, bisogno di uno studio un pochino più approfondito – non è stata in grado di tradurre il termine gentrify e si è rivolta al povero Morandi in cerca di improbabili suggerimenti. Alla richiesta di aiuto della soubrette, infatti, il cantante-presentatore ha risposto smarcandosi alla grande: “Sei tu quella americana… “. Il riferimento di De Niro era al quartiere newyorkese Little Italy, luogo di nascita del divo, che, con il tempo, si è andato trasformando da sorta di sobborgo dell’Italia del sud – popolare e provinciale – a zona residenziale.


    Si è imborghesito, insomma, e questo significa gentrify. La faticosa intervista a tre si è finalmente conclusa con un siparietto finale che ha sciolto un po’ la legnosità di Ely. Robert De Niro è stato invitato a “riprodurre” la dichiarazione d’amore del film di Veronesi insieme alla valletta sarda, a cui ha dichiarato “ti amo”, suggellando il tutto con un bacio sulla guancia. Che dire… poteva andare meglio, per tutti!

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttoriCelebrità ItalianeCinemaEventiGossipMusicaPrimo PianoTelevisioneinterviste
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI