Rosy Abate, durante una puntata spunta un numero di telefono vero: coppia di Domodossola minacciata di morte

Durante la messa in onda della fiction di canale 5 'Rosy Abate' è apparso un numero di cellulare vero, appartenente ad una coppia di trentenni di Domodossola. La coppia ha passato la notte a dover rispondere alle chiamate non stop. Molti spettatori, scambiando la coppia per i mafiosi della serie tv, sono arrivati persino a minacciarli di morte: 'La nostra privacy è stata violata'

da , il

    Rosy Abate, durante una puntata spunta un numero di telefono vero: coppia di Domodossola minacciata di morte

    Durante la prima puntata della fiction di Canale 5 “Rosy Abate” è andato in onda un numero di cellulare vero e una coppia di Domodossola ha ricevuto minacce di morte dai tanti telespettatori che li hanno scambiati per i mafiosi della serie tv. Una vera e propria notte da incubo per la coppia di trentenni che si sono visti tempestare da centinaia di telefonate notturne.

    La coppia piemontese è intenzionata a sporgere denuncia, a causa della violazione della privacy subita.

    Rosy Abate, in onda un numero di cellulare vero

    Quando la realtà supera la fantasia e una fiction appare così reale da essere scambiata per vera, possono accadere gli incidenti più strani. Molto spesso infatti, gli spettatori e fan di una serie o di un film, fanno ancora fatica, purtroppo, a capire che si tratta di pura finzione scenica, ben lontana dalla vita reale. Nella prima puntata della nuova fiction “Rosy Abate” a un certo punto appare una scena in cui un criminale lascia un biglietto alla protagonista, interpretata dalla bravissima Giulia Michelini. Su questo biglietto era segnato un numero di cellulare, che si è scoperto non inventato, ma appartenente alla coppia di Domodossola che la serie nemmeno l’aveva vista.

    Notte da incubo dopo la messa in onda della serie

    Il risultato è stato che molte persone, guardando la fiction, e chiaramente dimenticandosi del fatto che si trattasse di una serie tv di finzione, hanno deciso di chiamare questo numero di telefono, cominciando a tempestare di chiamate notturne l’ignara coppia piemontese, trascinandoli in un vero e proprio incubo dell’assurdo. “Quel numero esiste ed è di mio marito – ha spiegato la signora di Domodossola -Da ieri sera persone sconosciute ci stanno tempestando di telefonate, fino alle 4 di notte e di nuovo stamattina, per chiederci se siamo parenti di Rosy Abate, qualcuno ci dà dei mafiosi e c’è chi ci ha perfino minacciato“.

    Numero di cellulare trasmesso in diretta tv: “La nostra privacy è stata violata”

    È stata proprio la donna a rispondere alle telefonate per conto del marito: “All’inizio pensavo che si trattasse di uno scherzo di amici, poi il cellulare non smetteva di suonare e ho capito che era uno spiacevole episodio, che ha preso una brutta piega”. La donna si è trovata a dover rispondere alle domande più assurde da parte di persone che la chiamavano ogni momento. Tra chi, scambiandoli davvero per i mafiosi della fiction, li minacciava di morte, oppure chi sperava di avere una qualche raccomandazione in tv, il telefono non si è fermato un attimo. Per la donna si tratta di una chiara violazione della privacy, visto che il suo numero di telefono privato è finito, seppur per sbaglio, sulla televisione nazionale, causandole inoltre molta agitazione, essendo anche incinta all’ottavo mese. Adesso la donna è intenzionata a sporgere denuncia al più presto: “Aspetto che mio marito torni dalla Svizzera e andiamo dalle forze dell’ordine. Non è possibile che una produzione tv non controlli se i numeri sono veri. La nostra privacy è stata violata”.