Natale 2016

Rosaria Aprea: accusata di stalking la miss che venne picchiata

Rosaria Aprea: accusata di stalking la miss che venne picchiata
da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Rosaria Aprea: accusata di stalking la miss che venne picchiata

    Torniamo a parlare di Rosaria Aprea, la miss che nel 2013 venne ridotta in fin di vita dalle botte del compagno. La storia suscitò scalpore e rabbia. Per motivi legati alla gelosia, il fidanzato di quel tempo la prese a calci e pugni, tanto da farle perdere la milza. Nonostante l’orrore di quel gesto da parte di un uomo che era anche il padre del bambino di Rosaria, ciò che destò sorpresa e rabbia fu altro.

    La modella di Macerata Campania, che doveva essere un esempio per le altre donne a denunciare la violenza domestica, dichiarò di star male al pensiero che il suo compagno finisse in carcere e che voleva ritirare la denuncia. Rilasciò dichiarazioni shock in cui diceva di amarlo da morire e di non vedere l’ora di tornare con lui, tutto si sarebbe risolto. Una situazione, per i più, incomprensibile, tanto che l’avvocato della ragazza decise di rinunciare alla difesa, perché si trattava di un femminicidio annunciato. Fortunatamente la denuncia partì d’ufficio e attualmente Antonio Caliendo sta scontando la pena di otto anni per tentato omicidio.

    Guarda le donne vittime di femminicidio nel 2016

    Oggi però la storia si ribalta, Rosaria torna alla cronaca da vittima a carnefice. Dinanzi al tribunale che due anni fa l’ha difesa, si ritrova oggi con un capo d’accusa: quello di stalking. La giovane reginetta di bellezza, oggi 22enne, dopo quella brutta vicenda si è rifatta una vita. Ha coronato il suo sogno vincendo un titolo di bellezza a Miss Italia nel 2014 ed è riuscita ad avere un altro legame sentimentale.

    Ha frequentato un imprenditore di 34 anni, con cui però attualmente non ha più legami. Il 13 aprile, vedendolo per strada, Rosaria, con alcune amiche in macchina, ha schiacciato l’acceleratore e ha tentato di investirlo. L’ex è stato trasportato d’urgenza all’ospedale e lì medicato per le lesioni riportate e, successivamente, dimesso. Lui ha subito denunciato il fatto ai carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, non ha pensato al perdono come fece la miss.
    Questa, infatti, si è vista recapitare di conseguenza, un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’imprenditore. L’ordine restrittivo è stato firmato proprio due giorni fa, in quel tribunale che anni fa aveva cercato di difenderla. L’avvocato della ragazza ha presentato ricorso al Riesame.

    472

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI