Roma, si finge medico e molesta una donna in ospedale: arrestato 25enne

Il finto dottore in camice verde ha condotto la donna nel sotterraneo dell’Umberto I e l’ha immobilizzata: la vittima è riuscita a fuggire mordendo la mano all’aggressore. Dopo la diffusione delle immagini della videosorveglianza da parte della polizia, un medico del pronto soccorso l’ha individuato ed il 25enne è stato arrestato.

da , il

    Roma, si finge medico e molesta una donna in ospedale: arrestato 25enne

    All’Umberto I di Roma, un 25enne si finge medico e molesta una donna che si era recata in ospedale per una visita. Accolta dal finto dottore, viene invitata dall’uomo a seguirla nel “suo” studio e nel tragitto inizia ad abbracciarla, a farle pesanti avances fino alla richiesta di un rapporto orale. Nonostante l’abbia afferrata per un braccio, la donna è riuscita a fuggire dal sotterraneo dove l’aveva condotta.

    Una volta che il finto dottore ha detto alla pazienta di seguirla aveva già in mente di portarla nei sotterranei dell’Umberto I per violentarla. Durante il tragitto aveva già tentato l’approccio, rivolgendole dei complimenti e abbracciandola. Una volta nella galleria il 25enne le si è avvicinato dicendole di essere attratto da lei e chiedendole un rapporto orale. A quel punto la donna ha chiesto di essere riaccompagnata fuori ed è stata immobilizzata e tirata per un braccio. Per fortuna la pronta reazione della giovane che ha tirato un morso alla mano del sedicente medico, le ha permesso di divincolarsi.

    Così è stato possibile dare il via alle indagini da parte degli agenti della Polizia di Stato del commissariato Università, diretto dalla dottoressa Angela Spada, per rintracciare l’uomo.

    Il finto medico identificato e arrestato

    I fatti risalgono al luglio scorso e immediatamente dopo il racconto della vittima, la polizia aveva diffuso all’interno del nosocomio, la fotografia dell’aggressore presa grazie alle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza dell’ospedale. Poi la svolta: un medico del pronto soccorso il 12 ottobre ha chiamato la polizia perché sicuro di aver visto di nuovo all’Umberto I il molestatore. A quel punto la donna non ha potuto far altro che riconoscere l’aggressore.

    E’ così che è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare, eseguita dagli agenti del commissariato di Cassino, per L.M., italiano di 25 anni. Il finto medico con tanto di camice verde è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in provincia di Frosinone, con l’obbligo di non allontanarsi dal domicilio senza autorizzazione dell’autorità giudiziaria.