Risotti “alternativi”

da , il

    La stagione invernale è particolarmente adatta ad un piatto passepartout come il risotto. Ma in questo post, voglio parlarvi di un modo alternativo di presentarlo: il timballo (o sformato o tortino o mattonella) di riso.

    Dopo aver fatto il risotto, un’idea semplice ma d’effetto è quella di trasferirlo in un contenitore che gli dia una forma ben precisa. Potrebbe essere semplicemente una teglia da forno rettangolare, quadrata, o rotonda, ma anche uno stampo per ciambella, oppure uno stampo per budini.

    Una volta pronto il risotto, bisogna imburrare il contenitore prescelto e cospargerlo di pangrattato. In seguito, versarvi il riso e livellarlo con un cucchiaio. Poi, cospargerlo di pangrattato e passare in forno già caldo per una decina di minuti. Infine, qualche minuto ancora sotto il grill perché si formi una croccante crosticina.

    Anche un riso freddo può essere presentato allo stesso modo: basterà passarlo sotto l’acqua per bloccare la cottura e poi trasferirlo in frigo anziché in forno. In questo modo, anche una semplice insalata di riso avrà un aspetto più gradevole e curato.

    Per quanto riguarda gli ingredienti, vanno bene quelli dei risotti classici, dallo zafferano ai funghi porcini o champignon, al radicchio, alla zucca. Anche il procedimento è identico, bisogna solo di ricordarsi di fermarsi a due terzi della cottura, che poi sarà portata a termine in forno.

    Per un risotto dietetico, scegliete la versione con piselli e carotine, come quella della foto: una presentazione più scenografica sarà un toccasana anche per preparazioni con meno calorie!