Ricette di bellezza fai da te: crema corpo al cioccolato

crema corpo cioccolato

Curare il corpo con le ricette di bellezza fatte in casa è una delle cose più coccolose e rilassanti che potete fare in una giornata di freddo in cui non avete nessuna intenzione di uscire di casa. Oggi vi presento una ricetta davvero carina, semplice e rapida per fare una crema corpo al cioccolato, una crema da spalmare e annusare che vi farà sentire veramente rilassate ed in pace con l’universo. Il cioccolato è buonissimo da mangiare, ma vedrete che la vostra pelle e il vostro umore lo gradiranno molto!

Questa crema potete farla sul momento, oppure conservarla, è molto semplice e non si corre il rischio di combinare guai.

Ecco gli ingredienti:
30g di cioccolato
50g di cera vergine d’api
1 cucchiaio di olio di sesamo spremuto a freddo
20 gocce di olio essenziale di mandarino
5 gocce di olio essenziale di lavanda
50g di olio di cocco
5 gocce di olio essenziale di ylang ylang

Preparazione
Sciogliete a bagnomaria l’olio di cocco e la cera d’api, poi unite il cioccolato e l’olio di girasole e fateli sciogliere fino ad avere una crema omogenea. Spegnete il fuoco e fate raffreddare. A freddo unite gli oli essenziali e mescolate. Versate questo composto in degli stampini a vostra scelta e fate raffreddare in frigo per due ore circa.

Modo di utilizzo
A questo punto potete utilizzare la vostra crema dopo la doccia, spalmatela sulla pelle umida e massaggiate per farla assorbire. Vi resterà addosso un bel profumino che chissà non funzioni anche come afrodisiaco!

Conservazione
La crema sformata dagli stampini la potete lasciare in frigo anche per tre mesi, avendo l’accortezza di metterla in dei sacchetti per surgelare in plastica spessa e con chiusura ermetica per evitare che prenda troppa umidità. Se volete potete usare gli stampi del didò con forme carine e poi regalare queste creme alle vostre amiche, sorelle, mamme e vicine di casa.

Segui Pour Femme

Giovedì 19/01/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Scopri PourFemme
torna su