Regina Elisabetta, i momenti salienti del suo regno

da , il

    Regina Elisabetta, i momenti salienti del suo regno

    La Regina Elisabetta II è il simbolo della Gran Bretagna. Nonostante un’immagine severa e di rigore, è molta amata dai suoi sudditi. E’ la sovrana dei record: quella che più a lungo ha regnato nella storia britannica battendo il 9 settembre del 2015 quello della trisavola regina Vittoria, che regnò 63 anni e sette mesi. Ed è anche la più longeva al mondo, in carica, fra i monarchi superstiti viventi.

    Vediamo le tappe, i momenti salienti del suo regno.

    Il 6 febbraio 1952 cominciava la monarchia di Elizabeth Alexandra Mary, che a soli 26 anni succedeva al padre Giorgio VI, decidendo di mantenere il suo vero nome.

    La cerimonia di incoronazione avvenne però l’anno successivo, il 2 giugno 1953 nell’Abbazia di Westminster. Elisabetta II era diventata regina di sette stati indipendenti del Commonwealth: Regno Unito, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Pakistan e Sri Lanka. La cerimonia di insediamento è entrata nella storia della tv, andata in onda simultaneamente su più reti televisive europee.

    SCOPRI TUTTA LA BIOGRAFIA E LE FOTO DELLA REGINA ELISABETTA

    Forse non tutti sanno che è diventata regina quasi per caso, non era destinata a regnare. Suo padre però, Giorgio VI, divenne re perché il fratello Edoardo abdicò per sposare la divorziata Wallis Simpson. Ecco che Elisabetta, essendo la primogenita, divenne l’erede al trono. Quando divenne regina era già sposata con il principe Filippo e aveva due figli: Carlo e Anna. Gli altri due, Andrea ed Edoardo, sarebbero arrivati successivamente.

    A 21 anni, prima di diventare Regina, già annunciava: “Dichiaro davanti a voi che tutta la mia vita, lunga o corta che sia, sarà spesa al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia imperiale alla quale tutti apparteniamo.”

    La Regina ha vissuto i mutamenti storici, culturali e sociali, a cavallo dei due secoli. Ha visto succedersi 12 ministri: dal primo Winston Churchill, passando per Margaret Thatcher, la lady di ferro, con la quale i rapporti erano forzatamente cordiali, da Tony Blair a David Cameron, fino all’ultima e seconda premier donna Theresa May. A dispetto del fatto di non avere un passaporto, che non deve possedere per statuto, “The Queen” ha visitato sinora 120 Paesi , battendo il record di Giovanni Paolo II.

    I momenti bui del regno di Elisabetta

    Elisabetta ha passato indenne varie crisi. Fra il 1956 e il 1966, l’Impero inglese comincia a sgretolarsi e diverse nazioni chiedono l’indipendenza da Londra. Ci sono gli attentati terroristici degli indipendentisti, la guerra alle Falkland, agli inizi degli anni Ottanta. Drammi e tragedie familiari hanno invece costellato gli anni Novanta: con gli scandali di corte e i diversi divorzi.

    E’ il 1992 che la Regina stessa definisce “annus horribilis”: la fine del matrimonio tra l’erede al trono Carlo e la principessa Diana, ma anche del divorzio della secondogenita Anna da Mark Philips e per finire lo scandalo sul tradimento di Sarah Ferguson che portò alla rottura il matrimonio con il principe Andrea. Rotture spesso accompagnate da scandali, che hanno creato non poco imbarazzo a Sua Maestà. Soprattutto quello di Carlo e Diana, seguito da scoop sulle scappatelle e l’amore segreto di Carlo per Camilla Parker Bowles.

    Nell’agosto del 1997, la principessa Diana muore in un incidente stradale nel tunnel dell’Alma di Parigi, con il suo compagno Dodi Al-Fayed, figlio del proprietario dell’hotel Ritz e di Harrods. La Corona rischia il tracollo: l’amata Diana, la “principessa del popolo”, adorata dai sudditi che accusarono Elisabetta di freddezza, di non essere stata presente alla commozione del popolo e le rinfacciarono il rapporto mai idilliaco tra le due. Elisabetta II decise allora di apparire in tv con un discorso in memoria di Diana, contribuendo in qualche modo a riparare l’immagine di una Sovrana “cattiva” verso l’ex nuora. Questo fu il momento più basso della sua popolarità.

    Il Giubileo d’Oro e di Diamante

    Il 2002 è l’anno del Giubileo d’oro che celebra i 50 anni di regno. Fu un altro anno doloroso però per la famiglia reale: Elisabetta II dovette affrontare la perdita dell’amata sorella minore, Margaret, stroncata da un ictus a 71 anni. Dopo poco più di un mese morì anche la Regina Madre, che aveva 101 anni. Il Giubileo di diamante invece fu decisamente avvolto da un clima più felice. Era il 2012 e si celebrava il Giubileo di diamante, i 60 anni di regno, preceduto, l’anno prima, dal matrimonio tra William e Kate, e seguite dalla nascita dei loro figli: il principino George nel 2013 e la principessa Charlotte nel 2015.

    Il 27 luglio 2012 la regina Elisabetta II ha aperto ufficialmente i Giochi della XXX Olimpiade a Londra, mentre il 29 agosto ha dato inizio ai XIV Giochi paralimpici estivi. L’anno successivo ha ricevuto un premio onorario BAFTA per il suo patrocinio dell’industria cinematografica ed è stata definita da Sir Kenneth Branagh, che le ha consegnato il premio durante la cerimonia onoraria, “la più memorabile Bond girl della storia”.

    GUARDA LE FOTO DELLA FESTA DEL 90ESIMO COMPLEANNO DELLA REGINA

    La celebrazione dei 90 anni

    Una festa senza precedenti quella in onore dei 90 anni della Regina. Celebrata con una parata storica l’11 giugno, il Trooping the Colour, anche se la sua data di nascita è il 21 aprile, in cui sono intervenuti vip di tutto il mondo, 1.500 performer, cantanti di fama internazionale. Elisabetta è ancora la Regina e, deludendo chi scommetteva sul suo ritiro, dice di non abdicare. Lunga vita alla Regina dunque!.