Rapporti sociali: Gli amici ci allungano la vita

da , il

    amiche del cuore

    La solitudine accorcia la vita, è dannosa come l’alcol e il fumo ed è due volte più pericolosa dell’obesità. Questi sono i risultati di uno studio sugli effetti della solitudine sulla psiche, effettuato da un gruppo di ricercatori della Brigham Young University a Provo, Utah, che ha valutato quanto l’assenza di rapporti con gli altri può condizionare la salute fisica. L’esito dello studio è che avere intorno a sé amici, familiari, vicini di casa, colleghi di lavoro, ci fa aumentare le probabilità di sopravvivenza del 50 per cento.

    I ricercatori americani hanno analizzato dati di mortalità su un certo numero di persone, seguite nel tempo e informazioni sui loro rapporti sociali.

    Dallo studio è emerso in maniera evidente l’impatto dell’isolamento sociale sulla mortalità, rapportandolo ad altre cause di morte molto diffuse, come l’obesità, il fumo e l’alcol.

    Vivere in solitudine equivale a fumare 15 sigarette al giorno o ad abusare dell’alcol ed è più dannosa della mancanza di esercizio fisico.

    Ma come fanno amici o familiari ad influenzare positivamente la nostra salute?

    Beh ovviamente in questi casi non va misurata la quantità di rapporti sociali, ma sicuramente la qualità degli stessi, verificando che l’effetto tranquillizzante della presenza di gente intorno a noi fa bene alla nostra salute.

    Vale la pena di riflettere su quanto tempo rubi la vita di oggi ai rapporti con amici e parenti.