Natale 2016

Raoul Bova regista, e Michelle Hunziker attrice, denunciano lo stalking nel corto “Amore Nero”

Raoul Bova regista, e Michelle Hunziker attrice, denunciano lo stalking nel corto “Amore Nero”
da in Attori, Attrici, Chiacchiere fra amiche, Cinema, Mente, Uomini, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    Raoul Bova Michelle Hunziker contro stalking

    “Amore nero” è il titolo emblematico di un corto diretto da Raoul Bova e interpretato da Michelle Hunziker, che denuncia una delle più perverse forme di violenza di cui sono spesso vittime le donne: lo stalking. La biondissima Michelle è già da tempo in prima linea per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti aberranti dello stalking, ovvero quella persecuzione perpetrata con tutti i mezzi possibili (e che non di rado sfocia in atti criminali veri e propri) ai danni di una ex moglie, di una fidanzata che non si vuol lasciare libera, di una donna che si vorrebbe legare a sé. Lo chiamano amore, ma di quel sentimento puro e libero, lo stalking non ha nulla, solo la volontà deteriore di dominio e di possesso.

    Quante storie abbiamo sentito e continuiamo a sentire, che ci fanno accapponare la pelle, e che ci fanno riflettere su quanto malato possa diventare un sentimento d’affetto? Perché quelle donne non si ribellano? Ci domandiamo sgomente. Eppure liberarsi da un ex che ci rovina la vita, non è così semplice come potrebbe apparire, non si cancella la molestia con un colpo di gomma. “Amore nero” cerca di raccontare proprio questo tipo di pressione psicologica cui le donne sono sottoposte, e la forte tentazione di non denunciare, di subire senza fare nulla, come si subisce una malattia.

    “Volevo mostrare soprattutto la violenza mentale che si subisce – ha spiegato Bova, per la prima volta nelle vesti di regista – la frustrazione di non poter chiedere aiuto a nessuno, la paura e la solitudine in cui si trovano queste donne”. Quanto alla Hunziker, essendo la showgirl stata oggetto in prima persona di stalking, e sapendo bene di quale tipo di violenza sottile si tratti, recitare in questo cortometraggio è stata un’esperienza dura ma catartica.

    “Sono impegnata quotidianamente su questo tema – ha raccontato la bella Michelle – e per me è stato difficilissimo interpretare il dolore e la paura che ho sentito raccontare tante volte da queste donne.

    Per diverso tempo non sapevo come farmi aiutare – ha poi aggiunto, riferendosi alla propria vicenda personale – Per fortuna oggi esiste una legge sullo stalking, che ha portato a molte denunce e arresti: è un piccolo passo, ma la strada è ancora lunga”.

    Il corto “Amore Nero”, in vendita presso tutti i negozi di elettronica e DVD d’Italia, include un’intervista anche all’avvocato e parlamentare Giulia Buongiorno, che spiega che tipo di tutela legale le donne vittime di stalking hanno diritto a chiedere. Inoltre, i fondi ricavati dalle vendite del DVD, serviranno per aiutare 1500 donne che si sono rivolte all’associazione Doppia Difesa, creata 3 anni fa proprio da Michelle Hunziker e Giulia Buongiorno. Forza amiche, facciamoci un bel regalo per Natale, acquistiamo tutte il corto “Amore Nero”, diamoci una mano tra di noi!

    559

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttoriAttriciChiacchiere fra amicheCinemaMenteUominiViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI