Raimondo Vianello è morto, addio al presentatore più simpatico della tv

da , il

    Raimondo Vianello è morto, l’attore e conduttore tv è morto a 87 anni e tutto il mondo lo saluta ricordandolo per la sua ironia pungente, per gli sketches con la moglie Sandra Mondaini, per una vita vissuta con allegria, non prendendosi mai troppo sul serio in tutti i suoi lavori e, sono certa anche nella sua vita privata. Raimondo Vianello avrebbe compiuto 88 anni il 7 maggio ed invece con l’ennesima trovata ha stupito tutti ed è volato in cielo, magari ci prenderà in giro anche da lassù.

    La morte di Raimondo Vianello addolora, ma in fondo non è inaspettata come quella di Alexander McQueen, nè triste come un suicidio, Raimondo ha vissuto una bella, all’insegna dell’ironia e dell’apprezzamento della gente, di noi giovani che siamo cresciuti con la sit com Casa Vianello, che è troppo divertente anche a guardarla adesso a distanza di anni.

    Vianello è uno dei protagonisti indiscussi della commedia all’italiana, era nato a Roma il 7 maggio 1922, e la sua vita è stata costellata di successi, un grande amore con la sua compagna di vita, di lavoro e di avventure Sandra Mondaini ed una simpatia fuori dal comune!

    Sono indimenticabili programmi come “Casa Vianello”, “Tante scuse”, “Di nuovo tante scuse”, le scenette al fianco di Ugo Tognazzi e poi nel mio cuore resterà per sempre “Pressing“, l’unico programma di calcio che mi abbia mai conquistata e che dire dell’edizione Sanremo condotta da lui, l’unica che sia riuscita a vedere!

    Dopo l’addio a Michael Jackson e ad Alexander McQueen, un altro grande ci lascia, ma senza troppa tristezza, meglio fare un sorriso e salutarlo con la manina, lui avrebbe voluto così!

    Ciao Raimondo, ci mancherai!

    Dolcetto o scherzetto?