Raffaele Sollecito torna in tv: dal carcere a opinionista di cronaca nera [FOTO]

Raffaele Sollecito torna in tv: dal carcere a opinionista di cronaca nera [FOTO]
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Raffaele Sollecito torna in tv come opinionista di cronaca nera e giustizia. No, non è una barzelletta di pessimo gusto o un pesce d’aprile posticipato. E’ tutto vero! Il 32enne ingegnere informatico originario di Giovinazzo (Bari) è stato scelto come opinionista tv per il programma Il giallo della settimana, uno spin-off di Quarto Grado, che viene trasmesso il sabato sera.

    Diventato noto e popolare per l’efferato e agghiacciante omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, ritrovata morta con la gola tagliata nella propria camera da letto all’interno della casa che condivideva con altri studenti l’1 novembre 2007, Raffaele Sollecito era stato condannato in primo grado dalla Corte d’Assise di Perugia nel 2009 e poi assolto definitivamente dopo un iter giudiziario particolarmente travagliato e chiacchierato il 27 marzo 2015 dalla quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione per non aver commesso il fatto.

    LEGGI LA STORIA DELL’OMICIDIO DI MEREDITH KERCHER

    Un atroce caso di cronaca nera di rilievo internazionale che ha consentito al giovane pugliese Raffaele Sollecito di diventare un personaggio pubblico oltre che ospite fisso in diverse trasmissioni televisive. Grazie al clamore mediatico suscitato dal delitto di Perugia, l’ingegnere informatico barese ha scritto due libri ed è titolare di una start-up funebre che offre un servizio online per ricordare i defunti. D’altronde come lui stesso ha dichiarato in una recente intervista rilasciata a noi di PourFemme: “Sfrutto la mia immagine per farmi pubblicità, perché non dovrei farlo?”.

    LEGGI L’INTERVISTA INTEGRALE DI POURFEMME A RAFFAELE SOLLECITO

    Una scelta davvero molto discutibile, che sta scatenando una raffica di reazioni e commenti negativi in Rete.

    In molti sottolineano il fatto che fino all’anno scorso, uno degli accusati dell’omicidio della studentessa inglese era proprio Raffaele Sollecito… Certo, è stato definitivamente assolto dalla Suprema Corte di Cassazione, ma ancora oggi non è stato trovato l’assassino di Meredith Kercher. Non sarebbe stato più corretto e doveroso da un punto di vista etico e professionale, scegliere un altro opinionista tv che non fosse stato mai indagato o implicato in casi di cronaca nera?

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca Ultimo aggiornamento: Martedì 05/04/2016 18:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI